music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

black_vinesBLACK VINES – Black Vines
(Fluid Audio, 2014)

I campi infuocati dalla luce del tramonto, le ombre allungate sul paesaggio desertico e il canto di arbusti selvaggi definiscono l’immaginario sottostante al progetto Black Vines, che vede per protagonisti Aaron Martin e Joseph Angelo. Radicato, anche dal punto di vista della realizzazione, nelle infinite distese aride del sud degli Stati Uniti, l’omonimo debutto del duo offre una prospettiva quanto mai efficace e originale delle infinite combinazioni tra chitarre trattate e trasfigurati frammenti neoclassici.

C’è ben poco di romantico o rassicurante nell’ambience magmatica delle nove tracce delle quali si compone il lavoro, frutto di distorsioni pronunciate, presentate secondo diverse modulazioni. Se infatti l’iniziale “Willow Choir” presenta qualche residua evanescenza, in articolate composizioni quali “Glass”, “Shadows” e altre ancora affiorano senza mediazioni detonazioni rumorose, che si addensano via via, fino a offrire del paesaggismo ambientale una declinazione ossessiva e claustrofobica, per certi versi affine a quella della recente svolta di Dag Rosenqvist, che non a caso ha rimaneggiato alcune parti del lavoro.

Lo stesso violoncello di Martin è pressoché irriconoscibile nelle composizioni di “Black Vines”, a sua volta piegato al conteso dissonante e comunque volutamente lasciato in secondo piano rispetto alla sorprendente essenza del disco, riassumibile in una monolitica sublimazione del rumore, risuonante in ampi spazi desertici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 dicembre 2014 da in recensioni 2014 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: