ALEX BOBER – Invisible Forest (Hidden Vibes, 2019) Segue il ciclo naturale delle stagioni la tavolozza ambientale di Alex Bober, che nel suo secondo album “Invisible Forest” germoglia idealmente a primavera, arricchendosi di un’inebriante pulviscolo atmosferico. Gli otto brani che formano il lavoro pullulano infatti di minuti dettagli sonori, che si svolgono con gradualità delicata…

EQUAL STONES – Below Zero (Glacial Movements, 2019) Mentre un diafano calore primaverile comincia a sciogliere il gelo invernale, il nuovo lavoro di Amandus Schaap riconduce a un immaginario di ghiacci perenni, preservati appunto da temperature costantemente negative. Il “sotto zero” dell’artista olandese designa tuttavia una condizione al tempo stesso fisica ed emotiva, nella quale…

[streaming] Flora Hibberd – The Absentee

Born in East London in 1995 and currently residing in Paris, Flora Hibberd has been described as ‘intelligent and measured…there is a profound intuition in her work’ and her songs as ‘deeply rooted in the timeless lyricism of Dylan and Cohen.’ With influences as diverse as Nick Cave, Joan Baez and Jacques Brel, she moves…

WILL BURNS AND HANNAH PEEL – Chalk Hill Blue (Rivertones / PIAS, 2019) Tra musica e poesia sussiste un’affinità elettiva, che nel tempo ha trovato modalità di interazione variegate; quella presentata in “Chalk Hill Blue” è “pura” e impalpabile come la farfalla azzurra richiamata dal titolo. I due protagonisti mantengono ben distinti i propri ruoli,…

DEAF CENTER – Low Distance (Sonic Pieces, 2019) Ad intervalli irregolari, ma sempre estremamente dilatati nel tempo, Otto A. Totland ed Erik K. Skodvin si ritrovano per fare un ideale il punto dei rispettivi percorsi creativi, da loro separatamente condotti ma al tempo stesso originati e sintetizzati sotto la denominazione Deaf Center. Se si eccettua…

DARK TEA – Dark Tea (Fire Talk, 2019) Non sempre ai canali di promozione di natura tipicamente “indie” corrispondono proposte musicali calibrate a un gusto standardizzato; a smentire l’equivalenza – invero ricorrente – provvede il debutto solista di Gary Canino, chitarrista con alle spalle anni di sotterranea esperienza al fianco di numerosi musicisti tra la…

[streaming] Lucy Roleff – A Woman’s Worth

Estimable Melbourne folk artist, Lucy Roleff returns to us with “A Woman’s Worth”, the first offering from her new record “Left Open in a Room” – the follow-up to 2016’s, “This Paradise“. Drawing on the stories of women in her life, Roleff ponders on the weight of emotional labour and prioritisation of others, whilst trying…

[video of the week] Weyes Blood – Movies

“Movies” is taken from “Titanic Rising”, out April 5th, 2019 on Sub Pop Records. The phantom zone, the parallax, the upside down—there is a rich cultural history of exploring in-between places. Through her latest, Titanic Rising, Weyes Blood (a.k.a. Natalie Mering) has, too, designed her own universe to soulfully navigate life’s mysteries. Maneuvering through a…

NEAL HEPPLESTON – Folk Songs For Double Bass (Preserved Sound, 2019)* Quante volte si è sottolineato come le moderne sperimentazioni su una strumentazione classica abbiano natura molto distante da quella di speculazioni accademiche? Ecco, il debutto del musicista inglese Neal Heppleston non solo offre concreta conferma di tale affermazione, ma soprattutto rappresenta la concreta dimostrazione…

NATHAN SHUBERT – When You Take Off Your Shoes (Bigo & Twigetti, 2019) È davvero bifronte la personalità artistica di Nathan Shubert che, a margine della sua attività di tastierista accanto, tra gli altri, a Rich Hope e Courtney Marie Andrews, si ritaglia momenti di solitaria ricerca individuale sul pianoforte. A due anni dall’autoproduzione “Foals”,…

PETER SANDBERG – Motion (Phases, 2019) Il microcosmo musicale di Peter Sandberg prende forma attraverso un’interazione di contrasti: quelli dell’incontaminato ambiente naturale della sua Svezia con i tempi della vita contemporanea e quelli delle sue filigrane pianistiche con increspature elettroniche e stratificazioni sintetiche. I dieci concisi brani di “Motion” provano a fornirne una sintesi, definita…

[streaming] The Roves – Who’s Sleeping On The Throne

Taken from “All Those Freaks”, the second full length album released on Meritorio & Discotif Records on April 12th 2019. Jangly guitar rock and roll springing from the suburbs of North London. Chief songwriter James Wing a long with his little brother Tom and a hard grafted rhythm section in Luke Evans and Brendan Monahan…

LIVING HOUR – Softer Faces (Self Released, 2019) La raccolta di cover pubblicata lo scorso anno (“Lovely, Lonely: A Collection Of Covers For Hollow Hearts”) non era stata un mero esercizio stilistico, bensì un già significativo segnale di cambiamento, connesso a una prospettiva creativa più adulta e ponderata rispetto alla nostalgica e travolgente freschezza tra…

FOREST MANAGEMENT – Passageways (Whited Sepulchre, 2019) La prolifica produzione ambientale di John Daniel sotto l’alias Forest Management segna con “Passageways” una nuova tappa di un bilanciamento tra ricerca sonora e immaginifici contenuti emozionali. Come già nel caso degli incantati paesaggi ambientali di “Doux” (2017), è ancora un approccio istintivo a guidare l’artista di Cleveland…

THE BOYS WITH THE PERPETUAL NERVOUSNESS – Dead Calm (Pretty Olivia, 2019) Non bastasse la recente delizia realizzata con la sua band El Palacio de Linares (“Largos Agotadores” è una delle più fresche novità pop della stagione), per Gonzalo Marcos giunge immediata la doppietta, questa volta sotto diversa forma e accanto a un diverso sodale,…

ARIES MOND – Cut Off (IIKKI, 2019) Per la sua seconda opera sotto l’alias Aries Mond, Boris Billier muove da presupposti radicalmente diversi rispetto al romantico naturalismo del debutto “Come On Let’s Wait”, nel quale palpitanti note di pianoforte si libravano verso gli spazi maestosi dei Pirenei sui quali risiede. “Cut Off” rappresenta infatti solo…

[streaming] Caroline Lazar – Parking Lot

Taken from “Honey”, released March 15, 2019. is a 22 year old indie singer-songwriter. Born in Atlanta, Georgia, she moved to Brooklyn with her cat in order to keep pursuing her career as an artist and songwriter. Caroline is often compared to artists such as Phoebe Bridgers, Julia Jacklin, and Soccer Mommy. Caroline sets herself…