music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

ANN MARGARET HOGAN – Honeysuckle Burials
(Downwards, 2020)

Il disco che non ci si aspetterebbe da un’artista dal curriculum ultratrentennale (Marc Almond, Nick Cave, Lydia Lunch) e da un’etichetta orientata all’elettronica techno. Ingredienti: pianoforte e field recordings, eppure combinati secondo una sensibilità che, di tutta evidenza, si distingue da quella che presiede a numerosi lavori analoghi.

Gli otto brani di “Honeysuckle Burials” formano la personale rilettura da parte di Ann Hogan dei familiari paesaggi gallesi, resi nei loro contrasti e filtrati attraverso memorie personali. Il risultato non è affatto un album pianistico come tanti, ma un suggestivo concentrato di palpitante impressionismo.

(pubblicato su Rockerilla n. 478, giugno 2020)

https://www.annihogan.co.uk/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: