WILL STRATTON
The Changing Wilderness
(Bella Union, 2021)*

“The Changing Wilderness”, ovvero di come la sensibilità di un songwriter si discosti dalla sola introspezione per proiettarsi verso il mondo esteriore, dai conflitti di un animo inquieto a quelli di una società sempre più incerta e frammentata.

È, a suo modo, un album “politico” il settimo di Will Stratton, elaborato nel corso dei quattro anni succeduti al precedente “Rosewood Almanac”, ricchi di interrogativi ai quali una scrittura intensa e ispirata ha saputo donare la forma di dieci canzoni di non comune intensità. Le riflessioni dell’artista californiano sul tempo che vive e sulle trasformazioni da esso prodotte sugli individui sono tuttavia raramente esplicite, filtrate da metafore naturali e umane, ma non per questo edulcorate da una poetica come non mai lucida e vibrante.

L’innato lirismo interpretativo di Stratton e il suo limpido picking acustico costituiscono ancora il fulcro dei brani di “The Changing Wilderness”, ciascuno dei quali è tuttavia rivestito di molteplici sfumature di arrangiamento (dalla consueta sezione di fiati alle ritmiche, dal contrabbasso alla chitarra elettrica), grazie alla piccola band di vecchi e nuovi collaboratori che l’ha assistito nel corso delle registrazioni. Mentre brani quali “Black Hole” e “Inferile Air”, con le loro aperture decise, accentuano il vibrante contenuto dei testi, non meno efficaci risultano le ballate acustiche “The Rain”, “Fate’s Ghost” e la conclusiva “Stillness”, nelle quali la danza delle corde e il serafico timbro di Stratton ricamano filigrane di dolce pathos in un ovattato ambiente sonoro.

La forza gentile delle canzoni che formano il lavoro risiede dunque non soltanto nei suoi contenuti tematici ma, ancora una volta, soprattutto in una scrittura capace di incarnare lo spirito del proprio tempo, al pari di quando è stata applicata a un diario personale o ad arcadiche visioni folk. Il tempo di Will Stratton è qui ed ora e “The Changing Wilderness” ne costituisce testimonianza vivida, animata da una non comune sensibilità artistica e umana.

*disco della settimana dal 3 al 9 maggio 2021

http://willstratton.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.