DANIEL BLUMBERG The World To Come (Original Motion Picture Soundtrack)  (Mute, 2022) Non è una colonna sonora come tante quella realizzata da Daniel Blumberg per la pellicola di Mona Fastvold, presentata all’ultimo festival del cinema di Venezia e ambientata nella campagna newyorkese dell’Ottocento. Nei ben ventiquattro brani che la compongono, convivono infatti elementi romantici ma…

MAYA SHENFELD In Free Fall (Thrill Jockey, 2022)* Il crocevia berlinese di suoni e culture ha accolto Maya Shenfeld un paio d’anni fa, trasformandola in musicista a tutto tondo, dopo una formazione da chitarrista classica ed esperienze punk. Sperimentazione e spontaneità espressiva convivono nelle sette tracce del suo debutto “In Free Fall”, in equilibrio tra…

VV.AA. Piano Layers Vol. II (7K!, 2021) Il fascino discreto, la completezza dell’essenzialità, ma anche i rischi di calligrafismo: tutto questo, spesso insieme, connota la modalità espressiva del piano solo, ormai diffusissima negli approcci “contemporanei” allo strumento più classico. Il secondo capitolo della raccolta “Piano Layers” ne presenta ben ventuno, sotto forma di altrettanti brani…

GIDEON WOLF Objects & Apparitions (Fluid Audio, 2021) Una lunga trama di iterazioni e variazioni sul violoncello caratterizza il nuovo lavoro di Tristan Shorr sotto l’alias Gideon Wolf. Si tratta della prima esperienza dell’artista inglese nel mondo delle colonne sonore, considerando che l’ora di musica di “Objects & Apparitions” è stata originariamente composta per essere…

OTTO A TOTLAND Companion (Sonic Pieces, 2021) Con le quattordici brevi tracce di “Companion”, Otto A Totland completa la trilogia di miniature pianistiche i cui primi due capitoli sono stati “Pinô” (2014) e “The Lost” (2017). Al pari di quei lavori, anche quest’ultimo costituisce il distillato dell’istinto compositivo dell’artista norvegese – già metà del duo…

HANNES BUDER Outside Words (Laaps, 2021)* Sempre più spesso, le proposte che destano maggiori spunti di interesse tra le numerose che muovono da una base strumentale classica sono quelle in qualche misura oblique e comunque non convenzionali per elementi costitutivi e modalità di realizzazione. Tra queste si può ascrivere senz’altro l’ultima opera del navigato musicista…

SNOWDROPS Inner Fires (Forwind, 2021) Tra album solisti e la recente esperienza di Theodore Wild Ride, per Christine Ott è un periodo creativo estremamente florido. A dimostrarlo è anche la seconda tappa della collaborazione della musicista francese con il polistrumentista Mathieu Gabry a nome Snowdrops, articolata in quattro lunghi movimenti incentrati sul dialogo tra le…

PLÏNKÏ PLØNKÏ Psalms For A Sunken Moon (Piano and Coffee, 2021) Mai così tangibile si è finora rivelato l’”ensemble immaginario” Plïnkï Plønkï, la cui terza opera corrisponde al primo capitolo di un progetto realizzato nel corso di tre mesi, con il contributo di numerosi musicisti europei e americani. “Psalms For A Sunken Moon” presenta un…

RESINA Speechless (130701 / FatCat, 2021) A definire la composizione contemporanea, distinguendola dal classicismo di maniera, non è la strumentazione ma soprattutto l’approccio. Dimostrazione lampante di ciò proviene dal terzo lavoro di Karolina Rec sotto l’alias Resina: benché elemento centrale di “Speechless” resti il suo violoncello, supportato da un coro di ventitré elementi, le rispettive…

[video of the week] Lebenswelt – A Short History Of Decay. Part 1

Feat. Pall Jenkins, Giampaolo Loffredo and Stephano Stephanowic. This track is from upcoming Lebenswelt album ‘Unspoken Words’. Out January 15, 2022 via OuZeL Recordings and Under My Bed Recordings. Lebenswelt is an Italy based one-man-project since 2003. Reverbered guitars, recursive and redundant minimal loops, lo-fi computer glitch-like sounds, ambient textures, sad-folk-chord-progressions submerged in liquid, philosophical…

WILLIAM RYAN FRITCH Built Upon A Fearful Void (Lost Tribe Sound, 2021) Anche per un artista prolifico come William Ryan Fritch, alcune opere assumono un valore particolare. Il doppio album “Built Upon A Fearful Void” lo fa sia per estensione, sia per gli otto anni di accidentata elaborazione che vi hanno presieduto, dai quali è…

TIM LINGHAUS Memory Sketches II (Schole / 1631 Recordings, 2021) Il secondo capitolo delle miniature pianistiche di Tim Linghaus denota una connessione diretta con il debutto dallo stesso titolo, pubblicato nel 2018. Da allora, il musicista tedesco aveva in realtà significativamente espanso il proprio ventaglio espressivo, orientandosi verso una formula “pop” che includeva in maniera…

ANDY AQUARIUS Chapel (Hush Hush, 2021)* Pur essendo alla prima opera pubblicata a proprio nome, Andy Aquarius ha accumulato un’ampia esperienza in qualità di polistrumentista attivo in diversi progetti dell’underground berlinese, che spaziavano dal synth-pop al folk sperimentale, dalla psichedelia all’ambient music e alle colonne sonore. Il suo debutto “Chapel” è invece questione molto più…

HENNING SCHMIEDT Piano Diary (Flau, 2021) Mentre gli ariosi rimaneggiamenti di classici del precedente “Schlafen” (2020) avevano aperto il minimalismo di Henning Schmiedt a un’articolata dimensione orchestrale, “Piano Diary” lo riconduce alla solitaria essenza del pianoforte. Come da titolo, il lavoro raccoglie una serie di brevi improvvisazioni, condotte quotidianamente come un vero e proprio esercizio…

PÊTR ALEKSÄNDER Collage (Moderna, 2021) Cosa può unire il violinista di Noah and the Whale con un produttore che ha al suo attivo collaborazioni con Two Door Cinema Club e Bloc Party? Semplice, ma niente affatto scontato: la ricerca della calma e di una perfezione espressiva carica di suggestioni emozionali. Con il loro duo Pêtr…

BRUNO SANFILIPPO Tangible (ad21, 2021) Mentre tanta musica contemporanea si concentra sull’astrazione, l’ultima creazione di Bruno Sanfilippo si misura con la concretezza dei tocchi fisici preclusi dalla distanza forzata. La loro sublimazione risiede nuovamente in risonanze di note pianistiche che scolorano nell’atmosfera, nella quale aleggiano con la delicatezza di trame armoniche appena delineate e lasciate…

FROM THE MOUTH OF THE SUN Light Caught The Edges (Lost Tribe Sound, 2021)* Al quarto capitolo di una collaborazione ormai strutturale, Aaron Martin e Dag Rosenqvist amplificano ulteriormente la combinazione tra orchestra e atmosfera che, fin dai tempi di “Woven Tide” (2012), costituisce la cifra di un dialogo creativo gradualmente evolutosi nel corso degli…

THEODORE WILD RIDE Theodore Wild Ride (Icarus, 2021)* Theodore Wild Ride è un progetto animato dal desiderio di gettare ponti tra sensibilità artistiche e culture musicali: ne sono protagonisti Christine Ott (Yann Tiersen, Tindersticks), Mathieu Gabry (Snowdrops) e il suonatore di oud Ophir Levy. I sei brani frutto della loro collaborazione miscelano senza sosta linguaggi…

[video of the week] Devin Hoff – Go Your Way (with Sharon Van Etten)

“Go Your Way” is the second single from Devin Hoff’s album, “Voices From the Empty Moor (Songs of Anne Briggs)”, coming November 12th 2021 via Kill Rock Stars. Devin Hoff has been intensively studying the music of Anne Briggs for over a decade, transcribing, practicing, arranging and performing songs from her limited recorded output. Briggs…