KUMI TAKAHARA See-Through (Flau, 2021) Violinista di formazione classica, Kumi Takahara sceglie tuttavia il pianoforte come strumento guida del suo primo lavoro solista. Reduce da una parentesi di perfezionamento a Vienna, alla quale è seguita una lunga serie di concerti in giro per l’Europa, la musicista giapponese ha introiettato una varietà di linguaggi compositivi contemporanei,…

A WINGED VICTORY FOR THE SULLEN Invisible Cities (Artificial Pinearch Manufacturing, 2021)* Negli ormai dieci anni dalla sua prima manifestazione, il sodalizio tra Adam Wiltzie (Stars Of The Lid) e Dustin O’Halloran è diventato molto più di un semplice progetto collaterale. Non soltanto i due musicisti hanno progressivamente coagulato le loro sensibilità per la ricerca…

KATY KIRBY  Cool Dry Place (Keeled Scales, 2021) Ancor prima di avere nel proprio curriculum una pubblicazione ufficiale, Katy Kirby ha attirato su di sé le attenzioni del microcosmo del cantautorato indipendente statunitense. Merito del sinuoso fascino delle sue interpretazioni e di una poetica già matura e niente affatto scontata. Sono gli stessi elementi che,…

JACOB DAVID Mursejler (Moderna, 2021) Le note del pianoforte di Jacob David sono talmente aliene dall’ordinaria dimensione temporale che hanno impiegato oltre cinque anni per tornare a manifestarsi dopo il debutto “Omkuld” (2015). In “Mursejler” il compositore danese offre nuova prova del suo tocco felpato in dodici brevi bozzetti, nuovamente realizzati su un pianoforte antico,…

THE WEATHER STATION Ignorance (Fat Possum, 2021) Già dal precedente lavoro omonimo (2017), Tamara Lindeman non è più l’artista timida e solitaria manifestatasi nel primo arco della sua produzione. Il quinto album “Ignorance” ne conferma il profilo più deciso e diretto in dieci canzoni registrate con Marcus Paquin (The National, Arcade Fire) e nuovamente con il…

ELORI SAXL  The Blue Of Distance  (Western Vinyl, 2021) Come le montagne osservate da lontano assumono una colorazione azzurra, così un’opera incentrata su synth analogici può invece rivelare un’essenza di composizione contemporanea. Non a caso al fenomeno ottico si riferisce il titolo del lavoro realizzato da Elori Saxl Kramer – filmaker, autrice di musica per…

VV. AA.  10 Waltzes (Bigo & Twigetti, 2021) Nonostante numerosi compositori contemporanei vi si siano cimentati, il passo danzante del valtzer occupa un posto di secondo piano rispetto al minimalismo dei prevalenti linguaggi neoclassici. Interamente dedicata al suo tempo ternario è invece la raccolta di dieci brani, pubblicati uno ogni settimana a partire dallo scorso…

SIGUR RÓS: la saga “orchestrale”

È probabilmente superfluo ripercorrere la storia di una delle poche band che, pur nel tempo in cui la musica ha smarrito la propria dimensione collettiva, è riuscita ad affermarsi quale fenomeno condiviso a livello internazionale. Merito senz’altro dell’aura epica del Nord più estremo e affascinante che l’ha circondata fin dalle origini, ma soprattutto della sua…

GRANDBROTHERS All The Unknown (City Slang, 2021) Non sono più tempi nei quali è sufficiente associare sparse note pianistiche a stratificazioni atmosferiche per offrire sensazioni di inedita post-modernità. Ne sono consapevoli il pianista Erol Sarp e il produttore elettronico Lukas Vogel, che in “All The Unknown” ampliano notevolmente lo spettro delle loro ibridazioni sonore. Pur…

ELSKAVON & JOHN HAYES Du Nord  (Western Vinyl, 2020) La ricerca di una maggiore articolazione nella composizione neoclassico-ambientale è alla base della prima collaborazione tra il progetto elettronico di Chris Bartels e le texture pianistiche di John Hayes. Ispirate al rigido clima del loro Minnesota, le undici brevi tracce di “Du Nord” non costituiscono la…

HENRIK LINDSTRAND Nordhem (One Little Independent, 2020)  A margine della sua attività di compositore di colonne sonore, di tanto in tanto Henrik Lindstrand sente il bisogno di tornare all’istintiva essenzialità del solo pianoforte. Il suo più recente lavoro “Nordhem” completa la trilogia dedicata allo strumento, che annovera i precedenti “Leken” (2017) e “Nattresan” (2019), dispensando…

JOHN BENCE Love (Thrill Jockey, 2020) Non ci si lasci condizionare dal titolo: non vi è nulla di melenso (anzi, nemmeno di particolarmente romantico) nel debutto del compositore bristoliano John Bence. Presentato come lavoro sulla “lunga distanza”, con i suoi dieci brani, “Love” supera appena i venti minuti di durata, offrendo tuttavia un’esaustiva introduzione alle…

MARIE AWADIS – Una Corda Diaries (Oscarson, 2020) Un diario sonoro compilato con costanza lungo il breve arco di una settimana offre una prospettiva dell’arte di Marie Awadis, caratterizzata in senso fortemente istintivo. Come da titolo, il lavoro è stato realizzato a partire da una serie di improvvisazioni condotte su un pianoforte a struttura aperta, nel…

JAMES MURRAY & MIKE LAZAREV – Suññatā  (Home Normal, 2020) Consacrata in maniera emblematica nel titolo alla dottrina buddista del vuoto, la prima collaborazione organica di James Murray con Mike Lazarev (seguita alla rilavorazione da parte di quest’ultimo di un brano contenuto nel suo “Falling Backwards“) consiste appunto nella ricerca di spazi sonori negativi, definiti…

LUCA & HARUKA NAKAMURA – The World  (Kitchen, 2020) Quasi dieci anni dopo il lavoro pubblicato insieme a Janis Crunch (“12 & 1 Song“, 2011), il compositore Haruka Nakamura torna a interagire in maniera organica con una voce femminile. Nell’occasione si tratta della connazionale LUCA, cantautrice e recente collaboratrice di Ryuichi Sakamoto, le cui delicate…

WILLIAM RYAN FRITCH – Solidum  (Lost Tribe Sound, 2020) A pochi mesi dall’ellittico (post-)modernariato chamber-jazz di “The Letdown“, il prolifico artista californiano ritorna all’essenza più pura delle sue stratificazioni compositive. “Solidum” è una sinfonia di poco più di un’ora, suddivisa in ventuno movimenti che a una straordinaria densità sonora associano compressi vuoti atmosferici, tra i…

storie d’artista: ÓLAFUR ARNALDS

L’evoluzione della specie Islandese, classe 1986, Ólafur Arnalds ha da poco pubblicato il proprio quinto album “Some Kind Of Peace“, ulteriore tappa di un ampio percorso creativo che abbraccia classicità e sperimentazione, in una chiave accessibile, che non ha mai deviato da contenuti emozionali, (non) sorprendentemente “pop”. La lunga scia tracciata dal successo planetario dei…

CHRISTOPHER BISSONNETTE – Wayfinding(12k, 2020) Dopo il silenzio di cinque anni seguito a “Pitch, Paper & Foil” (2015), Christopher Bissonnette ha intrapreso un nuovo capitolo della sua ricerca sonora. “Wayfinding” ne conferma la direzione, pochi mesi dopo “The Wine Dark Sea”, pubblicato a inizio anno: l’introduzione di elementi acustici e field recordings sulla cerebrale ambience…

JASMINE GUFFOND & ERIK K SKODVIN – The Burrow  (Sonic Pieces, 2020) Jasmine Guffond ed Erik K Skodvin si sono trovati per la prima volta a suonare insieme lo scorso anno, in un evento che celebrava il decennale dell’etichetta berlinese Sonic Pieces. Da quell’incontro è nata un’organica collaborazione, sviluppata in studio con l’aggiunta dei vocalizzi…