music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

JOSHUA VAN TASSEL – Dance Music Volume II: More Songs For Slow Motion (Backward Music, 2020) A sei anni dal primo volume, Joshua Van Tassel torna a comporre musica dedicata … Continua a leggere

20 settembre 2020 · Lascia un commento

DAN MICHAELSON – Colourfield (Village Green, 2020) In particolare nei suoi lavori più recenti, Dan Michaelson ha messo in mostra una ricercata sensibilità per l’accostamento di arrangiamenti orchestrali al suo … Continua a leggere

13 settembre 2020 · Lascia un commento

FRÉDÉRIC D. OBERLAND & IRENA Z. TOMAŽIN – ARBA, DÂK ARBA (Hallow Ground, 2020) L’ennesima avventura di Frédéric D. Oberland (Oiseaux-Tempête, The Rustle Of The Stars, Foudre!) vede l’eclettico artista … Continua a leggere

25 agosto 2020 · Lascia un commento

DMITRY EVGRAFOV – Surrender (130701 / Fat Cat, 2020) Nel volgere di una manciata di dischi, Dmitry Evgrafov si è agilmente affrancato dai canoni del minimalismo neoclassico, come già dimostrato … Continua a leggere

5 agosto 2020 · Lascia un commento

YAIR ETZIONY – We Were Here Before, We Will Be Here After (Seasides On Postcards, 2020) Fin dai loop granulosi e dalle pulsazioni che ne scandiscono l’incipit “Nothern Home” appare … Continua a leggere

29 luglio 2020 · Lascia un commento

CV & JAB – Landscape Architecture (Editions Basilic, 2020) Come già nella precedente occasione collaborativa (“Thoughts Of A Dot As It Travels A Surface”, 2018), Christina Vantzou e John Also … Continua a leggere

25 luglio 2020 · Lascia un commento

WILLIAM RYAN FRITCH – The Letdown (Lost Tribe Sound, 2020) L’ennesima pagina della sterminata produzione di William Ryan Fritch apre un nuovo capitolo dell’etichetta che da sempre ne pubblica le … Continua a leggere

19 luglio 2020 · Lascia un commento

ANN MARGARET HOGAN – Honeysuckle Burials (Downwards, 2020) Il disco che non ci si aspetterebbe da un’artista dal curriculum ultratrentennale (Marc Almond, Nick Cave, Lydia Lunch) e da un’etichetta orientata … Continua a leggere

28 giugno 2020 · Lascia un commento

LUKE HOWARD TRIO – The Shadow (Lukktone, 2020) Accanto alle sue composizioni incentrate su ambience pianistica e pièce orchestrali, Luke Howard coltiva la propria propensione jazzy nel trio che lo … Continua a leggere

27 giugno 2020 · Lascia un commento

JARMO HUHTA – Midair (Midira, 2020) Una serie ininterrotta di intersezioni tra linguaggi e tecniche esecutive caratterizza l’opera più recente del sound artist finlandese Jarmo Huhta (Twile). Impiegando una varietà … Continua a leggere

26 giugno 2020 · Lascia un commento

OKKYUNG LEE – Yeo-Neun (Shelter Press, 2020) Nel corso degli anni e attraverso innumerevoli collaborazioni, Okkyung Lee ha costruito intorno al proprio violoncello un mondo di fatto di avventurose intersezioni … Continua a leggere

25 giugno 2020 · Lascia un commento

MADELEINE COCOLAS – Ithaca (Someone Good, 2020) Pur avendo ben poco a che fare con l’epica, l’Ithaca di Madeleine Cocolas simboleggia un ritorno a casa. Così veniva infatti identificata la … Continua a leggere

21 giugno 2020 · Lascia un commento

YTAMO – Vacant (Someone Good, 2020) Da circa quindici anni, Ryoko Araki è uno dei segreti meglio custoditi dell’arte musicale giapponese. Tra coloro che l’hanno scoperta, vi è Lawrence English, … Continua a leggere

18 giugno 2020 · Lascia un commento

JOHN HAYES – The Last Best Place (Sonder House, 2020) Il luogo al quale si riferisce il titolo del secondo lavoro di John Hayes, compositore di stanza a Minneapolis, è … Continua a leggere

17 giugno 2020 · Lascia un commento

YAIR ELAZAR GLOTMAN & MATS ERLANDSSON – Emanate (130701 / Fat Cat, 2020) Entrambi musicisti prolifici e inclini alle collaborazioni, Yair Elazar Glotman e Mats Erlandsson hanno intrapreso cinque anni … Continua a leggere

13 giugno 2020 · Lascia un commento

FEDERICO DURAND – Alba (12k, 2020) Le esplorazioni naturalistiche di Federico Durand si concentrano questa volta non su un preciso scorcio paesaggistico, bensì sul peculiare momento del ciclo solare nel … Continua a leggere

11 giugno 2020 · Lascia un commento

DRAB CITY – Good Songs For Bad People (Bella Union, 2020)* Curiosa la storia e decisamente particolare il modo di presentarsi di quello che viene a tutti gli effetti introdotto … Continua a leggere

8 giugno 2020 · Lascia un commento

KAITLYN AURELIA SMITH – The Mosaic Of Transformation (Ghostly International, 2020) Come le onde del suo Buchla si muovono invisibili nell’aria, così Kaitlyn Aurelia Smith introduce in “The Mosaic Of … Continua a leggere

28 maggio 2020 · Lascia un commento

DENISON WITMER – American Foursquare (Asthmatic Kitty, 2020)  Tra gli innumerevoli cantautori che perpetuano ogni giorno quella tradizione americana rivitalizzata negli ultimi decenni e ormai stabilmente sdoganata persino nel mondo … Continua a leggere

26 maggio 2020 · Lascia un commento