LUBOMYR MELNYK – Windmills (Hinterzimmer, 2013) Reduce da recenti incontri con artisti del calibro di Nils Frahm e Peter Broderick (nell’album “Corollaries“) e James Blackshaw (nell’ardito “The Watchers“), il teorico della continuous piano music ritorna all’essenza più ponderata della sua ricerca sonora. L’ora di musica di “Windmills”, ripartita in tre lunghe tracce, è il frutto di…