ENNIO MAZZON – Xuan (Ripples/Nephogram, 2013) Tra gli sperimentatori italiani più visionari e apprezzati (soprattutto all’estero…), Ennio Mazzon è stato capace di ritagliare un autonomo spazio alla sua declinazione di musica “concreta” risultante dall’interazione di field recordings e suoni/rumori sintetici. Anche lungo i quarantadue minuti dell’unica traccia del suo ultimo lavoro, si può apprezzare l’interazione…