music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

ennio_mazzon_xuanENNIO MAZZON – Xuan
(Ripples/Nephogram, 2013)

Tra gli sperimentatori italiani più visionari e apprezzati (soprattutto all’estero…), Ennio Mazzon è stato capace di ritagliare un autonomo spazio alla sua declinazione di musica “concreta” risultante dall’interazione di field recordings e suoni/rumori sintetici.

Anche lungo i quarantadue minuti dell’unica traccia del suo ultimo lavoro, si può apprezzare l’interazione e sovrapposizione di fonti sonore di diversa natura, che si confondono in un descrittivismo concettuale ostico in quanto non edulcorato sotto forma di filtraggio ambientale.

Nell’universo di “Xuan”, sibili e bordate di rumore sintetico sono miscelati con rombi e schegge post-industriali in modo tale da smarrire i tratti propri delle rispettive matrici in un universo in apparenza grezzo e a tratti urticante, ma proprio per questo tale da fotografare spazi sonori, riempiendoli della loro essenza più reale e complessa.


http://skritha.wordpress.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 Mag 2013 da in recensioni 2013 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: