SEMI TRUCKS Vs. California (Meritorio, 2021)* Tra la miriade di proposte in circolazione che presentano come riferimento un pop dai contorni nostalgici e sognanti, capita ogni tanto che qualcuna si distingua da una pur piacevole omologazione di stili e sonorità. È senz’altro questo il caso dell’album di debutto del losangelino Brendan Sepe sotto l’alias Semi…

WILLIAM RYAN FRITCH Built Upon A Fearful Void (Lost Tribe Sound, 2021) Anche per un artista prolifico come William Ryan Fritch, alcune opere assumono un valore particolare. Il doppio album “Built Upon A Fearful Void” lo fa sia per estensione, sia per gli otto anni di accidentata elaborazione che vi hanno presieduto, dai quali è…

ALLISON LORENZEN Tender (Whited Sepulchre, 2021)* L’anno iniziato con la pubblicazione del primo singolo “Vale” si conclude per Allison Lorenzen con quella del suo album di debutto “Tender”: quel brano, che vedeva la partecipazione attiva di Madeline Johnston (Midwife), stabiliva già significative connessioni con la poliedrica artista del Colorado, non soltanto per la comune provenienza…

TIM LINGHAUS Memory Sketches II (Schole / 1631 Recordings, 2021) Il secondo capitolo delle miniature pianistiche di Tim Linghaus denota una connessione diretta con il debutto dallo stesso titolo, pubblicato nel 2018. Da allora, il musicista tedesco aveva in realtà significativamente espanso il proprio ventaglio espressivo, orientandosi verso una formula “pop” che includeva in maniera…

SHOESTRINGS Expectations (Shelflife / Discos de Kirlian, 2021) Per sua stessa natura, la nostalgia è un sentimento che si manifesta “fuori tempo massimo”, quando le vicende che ne sono ad oggetto si sono già concluse o comunque è troppo tardi per poterne modificare il corso. Forse anche per questo può considerarsi a ragione un sentimento…

ANDY AQUARIUS Chapel (Hush Hush, 2021)* Pur essendo alla prima opera pubblicata a proprio nome, Andy Aquarius ha accumulato un’ampia esperienza in qualità di polistrumentista attivo in diversi progetti dell’underground berlinese, che spaziavano dal synth-pop al folk sperimentale, dalla psichedelia all’ambient music e alle colonne sonore. Il suo debutto “Chapel” è invece questione molto più…

HENNING SCHMIEDT Piano Diary (Flau, 2021) Mentre gli ariosi rimaneggiamenti di classici del precedente “Schlafen” (2020) avevano aperto il minimalismo di Henning Schmiedt a un’articolata dimensione orchestrale, “Piano Diary” lo riconduce alla solitaria essenza del pianoforte. Come da titolo, il lavoro raccoglie una serie di brevi improvvisazioni, condotte quotidianamente come un vero e proprio esercizio…

CLAIRE CRONIN Bloodless (Orindal, 2021)* Nonostante l’analogia sostanziale dei principali elementi della sua espressione, Claire Cronin ha già più volte dimostrato di possedere un profilo ben più articolato rispetto a quello delle tante “ragazze con la chitarra elettrica”, che negli ultimi tempi stanno popolando la scena delle produzioni indipendenti. A confermarlo sono, con estrema limpidezza,…

MELINDA BRONSTEIN In Reverse (Objects Forever / Metaphysical Power, 2021)* Il primo disco a proprio nome di Melinda Bronstein costituisce l’approdo di un percorso artistico che negli anni ha seguito un costante processo di sottrazione, sia di elementi che di dinamiche. Dagli esordi con gli Absentee e dall’esperienza di batterista (!) con i Singing Adams…

ARASH AKBARI Fragments Of Yearning (Karlrecords, 2021) Nonostante difficoltà oggettive, l’inquieto sottobosco sperimentale iraniano non cessa di inviare al mondo segnali di fervida creatività. Mentre le torsioni droniche del connazionale Siavash Amini si sono fatte via via più cupe, nel suo nuovo lavoro Arash Akbari persegue un approccio “cinematico” di ampio respiro, derivato anche dalle…

PÊTR ALEKSÄNDER Collage (Moderna, 2021) Cosa può unire il violinista di Noah and the Whale con un produttore che ha al suo attivo collaborazioni con Two Door Cinema Club e Bloc Party? Semplice, ma niente affatto scontato: la ricerca della calma e di una perfezione espressiva carica di suggestioni emozionali. Con il loro duo Pêtr…

SÓLEY  Mother Melancholia (Lovitt, 2021)* Sorprende per understatement la modalità d’uscita del nuovo, quarto lavoro solista di Sóley Stefánsdóttir, autoprodotto e sostanzialmente privo di annunci e anticipazioni. Non sorprende invece ritrovare la musicista islandese ancora una volta alle prese con la manifestazione in forma musicale delle proprie temperie emotive, mutevoli come il clima della sua…

BRUNO SANFILIPPO Tangible (ad21, 2021) Mentre tanta musica contemporanea si concentra sull’astrazione, l’ultima creazione di Bruno Sanfilippo si misura con la concretezza dei tocchi fisici preclusi dalla distanza forzata. La loro sublimazione risiede nuovamente in risonanze di note pianistiche che scolorano nell’atmosfera, nella quale aleggiano con la delicatezza di trame armoniche appena delineate e lasciate…

PLEINE LVNE Heavy Heart (Self Released, 2021)* Capita ancora, per fortuna, di imbattersi in un disco che fin dalle prime note riesce a far immediatamente drizzare le orecchie e subito dopo a toccare corde sempre meno sollecitate dalla miriade di proposte musicali anonime e stereotipate in circolazione. È questo il caso di un piccolo lavoro,…

EFTERKLANG Windflowers (City Slang, 2021) La ricerca di un approccio creativo intimo e minimale che già caratterizzava il precedente “Altid Sammen” (2019) è stata – questa volta necessariamente – applicata anche al sesto disco dei danesi Efterklang. Registrato nel loro studio sull’isola baltica di Møn, il lavoro vede il terzetto di Mads Brauer, Rasmus Stolberg…

FROM THE MOUTH OF THE SUN Light Caught The Edges (Lost Tribe Sound, 2021)* Al quarto capitolo di una collaborazione ormai strutturale, Aaron Martin e Dag Rosenqvist amplificano ulteriormente la combinazione tra orchestra e atmosfera che, fin dai tempi di “Woven Tide” (2012), costituisce la cifra di un dialogo creativo gradualmente evolutosi nel corso degli…

THEODORE WILD RIDE Theodore Wild Ride (Icarus, 2021)* Theodore Wild Ride è un progetto animato dal desiderio di gettare ponti tra sensibilità artistiche e culture musicali: ne sono protagonisti Christine Ott (Yann Tiersen, Tindersticks), Mathieu Gabry (Snowdrops) e il suonatore di oud Ophir Levy. I sei brani frutto della loro collaborazione miscelano senza sosta linguaggi…

CINDY 1:2 (Mt.St.Mtn. / Tough Love, 2021)* È un periodo di grande fermento produttivo per Karima Gill: pubblicati nel volgere di un paio di mesi la raccolta dei due precedenti Ep e un album vero e proprio del duo Flowertown, che la vede accanto a Mike Ramos dei Tony Hay, la musicista californiana torna a…

ELUVIUM Virga II (Temporary Residence, 2021) Quella che, per Matthew Robert Cooper, si era originata quale divagazione estemporanea tra i suoi album veri e propri si sta già trasformando in una serie di uscite che uniscono transizione e permanenza. La transizione è insista nella stessa natura interstiziale delle sue opere intitolate “Virga”, mentre la permanenza…