JAKOB LINDHAGEN & DAG ROSENQVIST Stadsbilder (Time Released Sound, 2021)* L’esperienza di produttore e compositore di Jakob Lindhagen e l’attitudine sperimentale alla collaborazione di Dag Rosenqvist si incontrano nelle dieci cartoline sonore di “Stadsbilder”. Come da titolo, si tratta di altrettanti “paesaggi urbani”, incorniciati da una stratificata congerie di suoni elettro-acustici, che alternano passaggi di…

ANDREW WASYLYK Balgay Hill: Morning In Magnolia (Clay Pipe Music, 2021) Dalla contemplazione di un presente sospeso a un viaggio immaginifico nello spazio e nel tempo: il nuovo lavoro di Andrew Wasylyk ha tratto spunto da un antico parco di Dundee dove il musicista scozzese ha trascorso le solitarie mattine primaverili dello scorso anno. Da…

JASON VAN WYK Threads (n5md, 2021)* Al quarto disco, il compositore sudafricano Jason Van Wyk lascia riaffiorare in maniera più evidente rispetto ai predecessori tratti della propria giovanile passione per l’elettronica e la trance. A quattro anni di distanza dall’ultimo “Opacity”, la componente acustica di pianoforte e terzetto d’archi non riveste più un ruolo centrale…

SIAVASH AMINI A Trail Of Laughters (Room40, 2021) Lontani sono i tempi dei luminosi riverberi chitarristici di “What Wind Whispered To The Trees” (2014) e della liquida declinazione drone-gaze di Siavash Amini. In continuità con i suoi lavori recenti, il presente dell’artista iraniano ne testimonia l’inquietudine individuale, acuita dall’isolamento e dalla compressione delle libertà contemporanea…

TJO Dispatches From The Drift (Orindal, 2021)* Esattamente un anno fa, Tara Jane O’Neil pubblicava “Songs For Peacock”, lavoro sorprendente sotto almeno due punti di vista: innanzitutto si trattava di una raccolta di cover di brani degli anni Ottanta, ampiamente incentrati sull’uso dei synth, inoltre per la prima volta in quasi trent’anni veniva identificato con…

DUSTIN O’HALLORAN Silfur (Deutsche Grammophon, 2021) Un altro “compositore moderno” sbarca su Deutsche Grammophon, sempre più sensibile ad accogliere proposte al di fuori dei classici circuiti accademici. A margine dei suoi prevalenti impegni nelle colonne sonore e in A Winged Victory For The Sullen (con Adam Wiltzie degli Stars Of The Lid), Dustin O’Halloran lo…

GIAMPAOLO DE PIETRO & CRAIG TATTERSALL ‘Saint Autumn’ Cloud | Precipitation (Ur Audio-Visual, 2021)*  Poesia e musica; note e ambiente sonoro; latenza e impermanenza. Concetti e dimensioni espressive tra loro diverse, a volte distanti eppure perfettamente complementari si incontrano nella collaborazione a distanza del musicista e poeta siciliano Giampaolo De Pietro con il navigato musicista…

CUBS River of Amber​/​Frozen Waterfall (Rusted Rail, 2021) Ormai da qualche anno, Cubs è diventata la sigla che riassume le variegate anime artistiche gravitanti intorno all’etichetta irlandese Rusted Rail, delle quali ha seguito fedelmente l’evoluzione da stravaganti sperimentazioni sonore alla riscoperta di una pur mai ortodossa anima folk. Il percorso della band – che comprende…

DANIEL BÜRKNER Landschaft aus Papier (Oscarson, 2021)* Erano i tempi dei nuovi fermenti musicali casalinghi, resi possibili dal sempre più ampio accesso ai mezzi di registrazione e dai canali di diffusione online; erano anche i tempi d’oro di quella “indietronica da cameretta” che in particolare in Germania aveva trovato una declinazione di peculiare minimalismo e…

YUMBO 間違いの実 / The Fruit Of Errata (Morr Music, 2021) Un filo sempre più stretto lega ormai Morr Music alla musica e alla cultura giapponese. Sulla scia dei Tenniscoats e della compilation “Minna Miteru” dello scorso anno, l’etichetta berlinese pubblica un’ampia rassegna della ventennale esperienza di yumbo, collettivo formatosi intorno alla songwriter e compositrice Koji…

FEDERICO DURAND Herbario (Laaps, 2021)* La ricerca naturalistica e quella su delicati intrecci melodici costituiscono da sempre gli elementi sui quali si fondano le creazioni sonore di Federico Durand, dispiegate in una ormai vasta discografia costellata di paesaggi reali e immaginari. Nel nuovo lavoro dell’artista argentino quella duplice ricerca si ritrova coniugata in un equilibrio…

SIMON LEOZA Albatross (Rosemarie, 2021) Reduce da tre EP pubblicati tra il 2015 e il 2019 sotto l’alias Tambour, Simon Leoza sigla con il proprio nome il suo primo lavoro sulla lunga distanza. Inizialmente concepito in Islanda insieme a Snorri Hallgrímsson e co-prodotto con Blaise Borboën-Léonard dopo il suo ritorno a Montreal, “Albatross” è un…

FLOWERTOWN Flowertown (Mt.St.Mtn., 2021)* Sarà anche per la loro sempre maggiore diffusione, ma capita ormai raramente che proposte che in qualche misura affondano le proprie radici nel pop chitarristico degli anni Ottanta riescano davvero a colpire nel segno, affrancandosi da quella che, da piacevole (ri)scoperta, è spesso diventata maniera con pochi guizzi. Ebbene, non è…

THE CATENARY WIRES Birling Gap (Skep Wax / Shelflife, 2021)* La lunga storia di Amelia Fletcher e Rob Pursey (Talulah Gosh, Heavenly) alla ricerca della perfezione melodica e di atmosfere raffinate si arricchisce di un nuovo capitolo, il terzo da quando i due hanno intrapreso l’ennesima avventura musicale insieme sotto la denominazione di The Catenary…

LEON DEN ENGELSEN Growth (Piano And Coffee, 2021) La formazione musicale di Leon den Engelsen racconta già molto del suo profilo espressivo: iniziato al pianoforte fin da bambino, l’artista olandese ha studiato per sei anni jazz a New Orleans, prima di completare il conservatorio in patria, dopo di che si è trasferito in Svezia dove…

CALMING RIVER Dead Bluebottles Supine (Dendron, 2021)* È stata davvero molto lunga e tortuosa la strada che ha condotto Joshua Brain al debutto sulla lunga distanza sotto l’alias Calming River. Eppure, i sei anni trascorsi dall’intenso Ep “The Ones That We Left Behind” non sono stati del tutto silenti, ma anzi costellati di collaborazioni, singoli…

EYDÍS EVENSEN Bylur (XXIM Records/Sony, 2021) Un nuovo nome si aggiunge alla nutrita schiera di musicisti islandesi dediti alla composizione contemporanea: è quello della ventisettenne pianista Eydís Evensen, che ha registrato il proprio album di debutto negli studi di Valgeir Sigurðsson. I tredici brani di “Bylur” ripercorrono idealmente la vita e la formazione della giovane…

RAOUL VIGNAL Years In Marble (Talitres, 2021)* Piccole ma significative differenze presenta il terzo album di Raoul Vignal rispetto ai due predecessori, a cominciare dal tempo necessario per la sua creazione e realizzazione. Mentre tra “The Silver Veil“ e “Oak Leaf” era trascorso poco più di un anno, quasi tre anni separano quest’ultimo da “Years…

‘T GERUIS Various Thoughts And Places (Lost Tribe Sound, 2021)* La meticolosa e appassionata ricerca condotta dall’etichetta Lost Tribe Sound di proposte musicali sotterranee e “oblique” nei recessi creativi della rete trova manifestazione emblematica nella proposizione del debutto sulla lunga distanza dell’artista belga ‘t Geruis, già introdotto alla fine dello scorso anno con l’Ep digitale…