FIELDHEAD Engine Idling, Around 5am (Home Assembly, 2022) Gli itinerari liminali di Paul Elam e della violinista Elaine Reynolds tornano a manifestarsi dopo ben cinque anni di silenzio, in una cassetta ispirata dalle sensazioni di strade cittadine sul far dell’aurora. I synth, occasionalmente pulsanti, e le granulose ambientazioni sonore di Elam fanno da sfondo a…

DANIELE BOGON Del Suono e Della Luce (Slowcraft, 2023)* Un titolo dagli echi antichi, mantenuto volutamente in italiano, contrassegna il lavoro più articolato e ambizioso di Daniele Bogon che, non a caso, trova spazio nel catalogo dell’etichetta Slowcraft, amorevolmente curata da James Murray e sovente dedita agli aspetti più delicati ed emozionali della sperimentazione ambientale….

PETER BRODERICK Piano Works Vol. 1 (Floating in Tucker’s Basement) (Erased Tapes, 2022) Compositore, polistrumentista, cantautore, produttore, musicista eclettico, Peter Broderick ha riunito in un album doppio venti brani per pianoforte realizzati nel corso di oltre quindici anni di attività. Oltre che un’occasione per mettere ordine all’interno della sua discografia sterminata, la raccolta permette di…

COMPLETE MOUNTAIN ALMANAC Complete Mountain Almanac (Bella Union, 2023)* Una duratura frequentazione artistica e un dialogo tra musica, arti visuali e poesia sono alla base del ciclo di canzoni idealmente dedicate ognuna a un mese dell’anno che formano il personalissimo diario di “Complete Mountain Almanac”. Ne sono protagoniste la cantautrice e compositrice norvegese Rebekka Karijord…

THEORY OF GHOSTS EP1 (Faint Horizon, 2023) Uscita in formato breve, storia lunga. Esattamente sei anni fa, un album emblematicamente intitolato “Closure” faceva calare il sipario sulla ventennale storia di Piano Magic, senz’altro la creatura musicale più significativa e duratura di Glen Johnson. Si trattava, inevitabilmente, di un momento di radicale cambiamento per l’eclettico artista…

PÊTR ALEKSÄNDER The Whole World Laid Out Before Me (Moderna, 2022) Il terzo capitolo della collaborazione tra Tom Hobden ed Eliot James espande l’approccio impressionistico di “Collage” (2021) a una più compiuta interazione tra i due artisti. Le nove tracce del nuovo lavoro gettano uno sguardo d’insieme su una contemporaneità incerta, risultante da spinte opposte…

SIV JAKOBSEN Gardening (The Nordic Mellow, 2023)* È un ritorno – letteralmente – nel giardino di casa e in quello delle emozioni più profonde e personali il terzo album di Siv Jakobsen, in significativa controtendenza rispetto alle soluzioni orchestrali e alle tentazioni pop del precedente “A Temporary Soothing” (2020). Scritto nella sua residenza di Oslo…

ERIK K SKODVIN Schächten (Miasmah, 2022) L’album che funge da colonna sonora al thriller di Thomas Roth costituisce l’ideale sintesi dei diversi profili della personalità artistica di Erik K Skodvin. Il doom acustico dei suoi lavori sotto l’alias Svarte Greiner e il minimalismo neoclassico di quelli a proprio nome si ritrovano combinati in una sequenza…

MARLODY I’m Not Sure At All (Skep Wax, 2023)* Qualche mese fa, la pubblicazione del brano di apertura “Summer”, caratterizzato da un’asciutta melodia pianistica e da un’interpretazione al tempo stesso sognante e sofferta, aveva immediatamente destato curiosità sull’imminente debutto di Marlody, suggerendo orizzonti di intensità ed eleganza da parte di una nuova “donna al piano”….

DOOM FLOWER Limestone Ritual (Record Label, 2023)* La fascinosa timidezza della voce di Jess Price, le linee sintetiche oblique di Matt Lemke (Suns) e le ritmiche scandite del basso di Bobby Burg (Joan Of Arc) hanno dato luogo alla peculiare alchimia di Doom Flower, la cui vorticosa combinazione di elementi, stili ed esperienze sfugge a…

DERU We Will Live On (Friends of Friends, 2022) In parallelo alla sua attività di creatore di musica per immagini (tra le tante, quella della serie “Avatar”), Benjamin Wynn conduce un proprio progetto di sperimentazione elettronica a nome Deru. In “We Will Live On” lo applica a un pianoforte acustico Disklavier, controllato digitalmente attraverso l’applicazione…

TO MOVE To Move (Sonic Pieces, 2022) Dietro la nuova sigla To Move si cela un terzetto di compositori abituati a muoversi tra minimalismo neoclassico e sperimentazione ambientale. Tutto è nato da una visita di Ed Hamilton (Dead Light) nella temporanea residenza nella campagna inglese di Anna Rose Carter (Moon Ate the Dark) e Alex…

WOODCUTTER …And The Scales Fell Away From His Eyes (English Pastoral, 2022)* Cambiano denominazioni e contesti creativi, eppure un sottile filo conduttore unisce il percorso recente di L.A. Foster che, accantonato almeno per ora l’originario alias Curlicues, è passato attraverso il duo Mr Magpie prima di ripresentarsi, in maniera imprevista, sotto la nuova insegna solista…

ADRIAAN SWERTS One (Piano and Coffee, 2022) Dietro quelli che sembrano semplici album di minimalismo pianistico ci sono spesso storie che vanno ben al di là della mera scelta estetica, più o meno di maniera. Quella del belga Adriaan Swerts racconta di un grave incidente che ne ha limitato la stessa relazione con la musica…

TOMOYOSHI DATE 438Hz As It Is, As You Are (Laaps, 2022)* Nulla è come appare; o meglio, non esiste un modo univoco per rappresentare la realtà di fronte ai nostri occhi. Con fare da autentico illusionista, in “438Hz As It Is, As You Are” Tomoyoshi Date trasfigura letteralmente il suono di un antico pianoforte, digradandone…

HAYTHEM MAHBOULI Last Man On Earth (Schole, 2022) Sempre più di frequente, le opere di compositori contemporanei si discostano da astrazioni romantiche per orientarsi a tematiche e ambientazioni dai toni drammatici. Al secondo album, anche Haythem Mahbouli interpreta la musica da lui creata come segno dei propri tempi, anzi si proietta ben oltre, a un…

THIS IMMORTAL COIL The World Ended A Long Time Ago (Ici D’Ailleurs, 2022)* L’esperienza collaborativa riassunta sotto la denominazione This Immortal Coil rappresenta tuttora un unicum nella pratica dei tributi, tanto da restare profondamente impressa a ben tredici anni di distanza. Si trattava, in sintesi, di un manipolo di artisti di diversa estrazione, chiamati a…

ANDREW WASYLYK Hearing The Water Before Seeing The Falls (Clay Pipe Music, 2022) Sono sufficienti già i sedici minuti dell’imponente title track d’apertura a dare l’idea della navigazione verso orizzonti sconfinati sottesa ai nuovi itinerari sonori di Andrew Wasylyk. Ispirato e realizzato in tandem con il fotografo Thomas Joshua Cooper, il lavoro sublima la library…

FRANCIS GRI Argine (KrysaliSound, 2022) È un lento ma costante divenire il percorso artistico che ha portato Francis Gri ad attestarsi, con le produzioni proprie e quelle della sua etichetta KrysaliSound, tra le figure più sensibili (e dunque meno scontate) degli sconfinati orizzonti della musica latamente definita “ambientale”. Ogni suo nuovo lavoro, al frequente mutare…