PETER BRODERICK – Float (Type, 2008) Dopo innumerevoli rinvii, dovuti al periodo tribolato attraversato negli ultimi mesi dalla Type Records, è finalmente giunto il momento del debutto ufficiale su album del giovanissimo compositore danese Peter Broderick, già segnalatosi per la sua attiva collaborazione con i connazionali Efterklang e per i brevi frammenti di intenso minimalismo…

SIGUR RÓS – Með Suð Í Eyrum Við Spilum Endalaust (Emi, 2008) Quali percorsi può intraprendere una band che, nel corso di un’attività ormai duratura, ha definito una propria fisionomia artistica unica e riconoscibile? Qualunque sia la scelta adottata nel ristretto ventaglio di opzioni costituito dall’alternativa tra perseverare su un’impronta già consolidata e introdurvi variazioni…

TEARS RUN RINGS – Always, Sometimes, Seldom, Never (Clairecords, 2008) Più che il debutto di una nuova band americana affascinata dai suoni britannici degli anni 90, il primo album dei Tears Run Rings è un curioso esperimento di trasformazione sonora ad opera di artisti non proprio alle prime armi, nonché l’ennesimo esempio di come, nell’era…

LULL – Like A Slow River (Glacial Movements, 2008) Quarta uscita per l’etichetta romana dedicata all’ambient isolazionista Glacial Movements, sempre più intraprendente, non solo sotto l’aspetto della cura degli eleganti packaging delle sue produzioni ma anche e soprattutto sotto quello della rinomanza degli artisti proposti. Come già nel caso di Rapoon, anche stavolta l’etichetta ideata…

RUDI ARAPAHOE – Echoes From One To Another (Symbolic Interaction, 2008) La giapponese Symbolic Interaction, etichetta specializzata in produzioni in ambito ambient-elettronico e post-rock (David Newlyn e Xeltrei, tra gli altri), tiene a battesimo il debutto del giovane inglese Rudi Arapahoe, ennesimo artista impegnato in un’esplorazione espressiva a tutto tondo, incentrata sulla declinazione in chiave…