HORSE FEATHERS – Appreciation (Kill Rock Stars, 2018) L’allontanamento di Justin Ringle dalla “capitale folk” Portland coincide con il coronamento del percorso dei suoi Horse Feathers verso un progressivo irrobustimento dell’originario suono dalla delicata matrice chamber-folk. Al sesto album, la fisionomia della band muta infatti in maniera significativa, aprendo la propria line-up a musicisti di estrazione…

HORSE FEATHERS – Cynic’s New Year (Kill Rock Star, 2012) La poetica di Justin Ringle trova nel quarto disco degli Horse Feathers un significativo snodo espressivo, costituito da un lato dall’equilibrio tra speranza e malinconia dei suoi testi e dall’altro dal supporto della sua fragile essenzialità da parte di una band articolata. In “Cynic’s New…