music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

Naked Seashore

JURI LENARD AND FRIENDS – Naked Seashore
(Insecta, 2010)

Scelta particolare e decisamente minoritaria per una band italiana, quella di dedicarsi a uno scarno canzoniere acustico cantato in inglese; scelta consapevole e quanto mai aliena dalle perverse logiche del mercato indipendente nazionale, quella di Juri Lenard And Friends, quartetto friulano che, come da ragione sociale, ruota intorno alla chitarra acustica, alla voce discreta e ai testi impressionistici di Juri Di Lenardo.

“Naked Seashore” è l’album di debutto della band, pubblicato dalla conterranea etichetta Insecta Records e ospitato in una confezione cartonata elegante ed essenziale come la musica in essa contenuta.

Nei poco oltre quaranta minuti del disco, si rispecchia fedelmente un’indole dimessa, veicolata da fluidi arpeggi acustici e melodie tratteggiate secondo un’introversione che rimanda ai maestri del cantautorato intimista, senza tuttavia appiattirsi in alcuna esplicita emulazione. Da un lato, infatti, la seconda chitarra e la delicata sezione ritmica “riempiono” le canzoni di arrangiamenti sfumati e destrutturazioni minimali, dall’altro il timido timbro vocale e il picking cristallino di Di Lenardo alternano registri ovattati e iterazioni sinuose, infondendo ora una sottile malinconia di luoghi e immagini perse nella memoria, ora una gioia controllata, ricavata dall’attenta osservazione della semplice quotidianità (“Happy for the door/ happy for the flowers/ happy to be here/ happy for the colours” recitano alcuni tra gli ultimi versi dell’album).

In tutto ciò, lo spoglio immaginario marino evocato dal titolo ricorre in molti brani, incarnato da una pregevole essenzialità melodica e salmastre istantanee catturate in testi nei quali il mare viene descritto non solo come luogo di mero abbandono contemplativo ma anche come forza naturale portatrice di vita. Così, il velo di malinconia latente ma niente affatto retorica che circonda “Naked Seashore” viene alzato e abbassato con sapienza, rivelando di volta in volta tiepide brezze primaverili e luminosi riflessi intarsiati dalle corde della chitarra. L’indole generale di Juri Lenard And Friends permane infatti sempre piuttosto positiva (“Never losing hope/ we only receive to give” è la conclusione della deliziosa “Offer”), tenendo fede in concreto alla personalissima scelta artistica sottesa a questo progetto, di tutta evidenza nient’altro che espressione autentica dello spirito che anima i suoi protagonisti.

È anche questo il motivo per cui non è agevole individuare parentele univoche per gli undici brani di “Naked Seashore”, al di là di qualche vaga reminiscenza drakeiana e delle dichiarate fascinazioni per Sam Beam e José González. E questo non può essere che un ulteriore indice della sostanziale personalità della proposta della band friulana, nonché la conferma della naturalezza della scelta stilistica da essa compiuta e l’ulteriore testimonianza di come per confezionare un prodotto musicale valido non vi sia a tutti i costi bisogno di artefazioni ad effetto. Va certamente sottolineato come Juri Lenard And Friends abbiano ancora margini di crescita, nell’affinamento della capacità di scrittura dei brani e in una pronuncia inglese che appare talvolta troppo rigida; ciò tuttavia non toglie che “Naked Seashore” costituisce un buon punto di partenza e un lavoro fresco e genuino come non è poi così frequente ascoltare nel panorama indipendente italiano.

(pubblicato su ondarock.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 giugno 2010 da in recensioni 2010.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: