music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

Winter Fragments

APART – Winter Fragments
(Final Muzik, 2009)

Prosegue il graduale affrancamento dalla galassia dark di Francis M. Gri, sempre più attivo dopo il suo divorzio dagli All My Faith Lost, sia con il progetto Revglow, che lo vede impegnato accanto alla valida vocalist Lilium, sia con quello più personale in chiave elettroacustica e ambientale a nome Apart.

Coerente fin dall’alias prescelto con il basso profilo congeniale alla sua sensibilità, Gri riversa in Apart la sua naturale impellenza creativa, riassumendo in composizioni dai vaporosi riflessi notturni l’essenza più spontanea di un’introspezione al tempo stesso malinconica e serena.

Pubblicato in una splendida confezione limitata dall’etichetta friulana Final Muzik, “Winter Fragments” dà seguito al debutto “Across The Empty Night” in quasi due ore di musica racchiusa in due dischi aventi autonoma individualità (“Fragments Of A Cold Broken Day” e “A Winter Project”), che testimoniano la produzione di Francis nel corso rispettivamente del 2007 e del 2008.

Come già i titoli lasciano presagire, “Winter Fragments” è un lavoro improntato ad atmosfere invernali e a tonalità opache, dai contorni volutamente indefiniti e in continua mutazione.

L’imponente mole di composizioni raccolte in questo ricchissimo doppio album parrebbe sufficiente a far transitare Apart nella categoria degli sparuti progetti italiani che si muovono su territori ambientali, tuttavia il retroterra del suo autore e il suo attuale spettro stilistico ne fanno un interessante spaccato di un artista a proprio agio con l’elettronica, capace di ben destreggiarsi in mezzo a modulazioni ovattate di origine acustica e non dimentico di lontani retaggi dark e persino di accennate aderenze post-rock.

Pulsazioni romantiche e accordi sognanti di chitarra introducono il lavoro, disegnando limpide suggestioni di distante malinconia (l’iniziale “Morning Shapes” e “If” sembrano quasi riecheggiare gli Epic45); essenziali note di piano elettrico si fondono con synth flessuosi e sfumate reminiscenze post-industriali, prima di scolorare in paesaggi eterei e rarefatti, ovvero crescere in decisione armonica fino a supportare vere e proprie canzoni, sospese tra visioni gotiche e melodie fragili, degne dei momenti più riflessivi dei Giardini di Mirò (“Broken Day”).

Da battiti, loop chitarristici e manipolazioni in reverse, si stagliano tonalità via via più tenebrose, che riesumano l’antica predilezione per atmosfere goticheggianti, peraltro esaltate e completate alla perfezione dal violoncello della bravissima Martina Bertoni e dalla voce di Lilium, che anche qui ricorre cristallina a donare vellutati riflessi violetti ad alcuni brani da lei stessa scritti (“Secret Calls”, “Frame Of Solitude”). Lavorio elettronico, spirito decadente e immaterialità melodica palesano spunti non distanti dalla sinuosa spettralità dei Black Tape For A Blue Girl, ma in particolare nelle composizioni più recenti emerge altresì una propensione all’essenzialità che sembra delineare per Apart una linea di sviluppo in chiave più marcatamente ambientale. Accantonate sovrastrutture talora ricorrenti, in pezzi come “Three Rooms” e “Winter” Francis Gri si cimenta con successo con loop, flutti ambientali, riverberi e intarsi elettroacustici sulla scia delle delicate trame emozionali che connotano la riuscita formula di Helios.

Opera fertile di spunti variegati, “Winter Fragments” rappresenta una colonna sonora eterogenea e adeguata per il freddo e l’inverno, che traspaiono dall’ispirazione e dai titoli di molti brani. E benché la lunghezza complessiva dell’opera induca talvolta a ritenere che una maggiore coesione avrebbe potuto renderla ancor più efficace, dalla sua eterogeneità risulta ormai chiara la scelta operata da Francis Gri di un percorso che, una volta adeguatamente concentrato, avrà tutte le carte in regola per affermarlo quale nuova, credibile firma di quell’elettroacustica ambientale che, seppur carsicamente, anche in Italia sta cominciando a offrire molteplici produzioni di qualità.

(pubblicato su ondarock.it)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 dicembre 2009 da in recensioni 2009.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: