rearview mirror: 2018

Anche quest’anno, per la settima volta, è giunto il momento di tornare a guardarsi indietro, ai mesi trascorsi e alla musica che li ha popolati. Mentre il rumore di fondo delle tradizionali classifiche di fine anno non si è ancora diradato, mentre tutti sono concentrati nel non perdere il passo con le novità dell’annata che…

ALELA DIANE – Cusp (All Points, 2018) Per Alela Diane ogni album è come una nuova pagina di un diario umano e artistico, scritto con la medesima sensibilità che connette le sue canzoni al suo vissuto personale. Tre anni dopo le notturne odi alla luna insieme a Ryan Francesconi (“Cold Moon”) e, soprattutto, a cinque…

ALELA DIANE & RYAN FRANCESCONI – Cold Moon (Rusted Blue / Believe, 2015)* Non poteva essere affatto facile, per Alela Diane, proseguire il proprio percorso artistico dopo un album straordinariamente intenso, popolato di strazianti addii e di nuda introspezione come “About Farewell” (2013), e dopo l’esperienza personalissima della maternità e dunque di una realtà quotidiana…

rearview mirror: 2013

Uno sguardo riassuntivo all’anno appena concluso non può che confermare come la mole attuale delle produzioni discografiche e le modalità sempre più veloci di fruizione rendano le attitudini classificatorie ancor meno ragionevoli che in passato. Fortunatamente, ciascuno è in grado di costruire i propri ascolti a seconda della propria sensibilità, ricercando input ad essa coerenti…

ALELA DIANE – About Farewell (Rusted Blue, 2013) Sarà pure da molti considerata come un luogo comune, eppure non cessa di trovare riscontri la constatazione della strettissima relazione tra moti dell’animo e contenuto musicale realizzato da artisti che fondano la propria espressione principalmente su scrittura e voce. Ultimo esempio lampante riguarda Alela Diane, ormai consacrata…