music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

ANDREW SHERWELL – Ektenia (Shimmering Moods, 2018) La peculiare “hauntologia” delineata nel recente debutto “Orthodox Tales“, trova un significativo sviluppo nel secondo lavoro di Andrew Sherwell, non a caso supportato … Continua a leggere

17 novembre 2018 · Lascia un commento

GAMARDAH FUNGUS – Fairytales (Flaming Pines, 2017) Il più recente itinerario sonoro degli ucraini Gamardah Fungus trae origine da un’escursione notturna in luoghi remoti del loro Paese, dei quali in … Continua a leggere

11 novembre 2017 · Lascia un commento

GAMARDAH FUNGUS – Herbs And Potions (Flaming Pines, 2016) Già recenti protagonisti del secondo volume della raccolta di cartoline sonore “Tiny Portraits”, gli ucraini Gamardah Fungus trovano nuovamente ospitalità sull’etichetta … Continua a leggere

20 aprile 2016 · Lascia un commento

intervista: THE EYE OF TIME

In occasione della pubblicazione del suo ultimo album “ANTI“, Marc Euvrie racconta l’ampio spettro delle esperienze che lo hanno portato all’atturale dimensione solitaria di The Eye Of Time, sotto la … Continua a leggere

29 agosto 2015 · Lascia un commento

interview: THE EYE OF TIME

While releasing his latest album as The Eye Of Time, “ANTI“, here’s Marc Euvrie talking about the different experiences of his 20 years in music, that built his pure ambient-noise instinct. After … Continua a leggere

29 agosto 2015 · Lascia un commento

THE EYE OF TIME – ANTI (Denovali, 2015) Reduce dalla sorprendente transizione cameristica di “Acoustic” (2014), Marc Euvrie condensa in “ANTI” i molteplici spunti della sua eterogenea biografia artistica, che spazia … Continua a leggere

27 giugno 2015 · Lascia un commento

TERMINAL SOUND SYSTEM – Dust Songs (Denovali, 2014) Il nono album solista di Skye Klein conduce la sua fusione tra post-rock ed elettronica doom a un ulteriore stadio di esplorazione. Come … Continua a leggere

11 aprile 2015 · Lascia un commento

KRENG – The Summoner (Miasmah, 2015) Non accenna a diradarsi l’opprimente alone che circonda il progetto del belga Pepijn Caudron. Al già angoscioso immaginario delle precedenti opere firmate Kreng si è … Continua a leggere

6 febbraio 2015 · Lascia un commento