music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

kreng_the_summonerKRENG – The Summoner
(Miasmah, 2015)

Non accenna a diradarsi l’opprimente alone che circonda il progetto del belga Pepijn Caudron. Al già angoscioso immaginario delle precedenti opere firmate Kreng si è aggiunta una serie di dolorose esperienze che ha indotto Caudron a plasmare “The Summoner” come un itinerario tra i sei stadi di elaborazione del lutto.

I sei movimenti del lavoro sono incentrati per la prima volta non su field recordings, bensì su pesanti manipolazioni del suono di una sezione d’archi, virati in materia ambientale oscura e solenne. Nei soli quindici minuti di “The Summoning” affiora una materia organica, ben presto dilaniata da un muro di rumore e da cadenze marziali, culmine abrasivo di una catartica sinfonia doom.

(pubblicato su Rockerilla n. 414, febbraio 2015)

http://krengmusic.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 febbraio 2015 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: