music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

stijn_huwels_if_you_remember_me_then_i_dont_care_if_everyone_else_forgetsSTIJN HÜWELS – If You Remember Me Then I Don’t Care If Everyone Else Forgets
(Dauw, 2014)

Dall’infinita costellazione delle autoproduzioni a una pubblicazione ufficiale, benché sotto forma di un’edizione limitata su cassetta, il passo è già emblematico della considerazione ritagliatasi dal belga Stijn Hüwels tra i cultori dell’elettro-acustica ambientale.

È la connazionale cassette-label Dauw a dischiudere un piccolo spiraglio di luce sulle sperimentazioni condotte da Hüwels a partire dall’inizio del decennio, sotto forma del suo ultimo lavoro, emblematicamente intitolato “If You Remember Me Then I Don’t Care If Everyone Else Forgets”. Già questo biglietto da visita è sufficiente a identificare la declinazione del soundscaping dell’artista belga nel duplice senso di un’elaborazione concettuale sulla persistenza della memoria – tema “hauntologico” comune a molti musicisti operanti nel medesimo ambito – e di una spiccata matrice emozionale, che è invece più raro veder sviluppata a margine di opere incentrate in particolare su modulazioni di frequenze ambientali.

I due aspetti sono presenti in maniera disgiunta ma tra loro strettamente correlati nei quaranta minuti del lavoro, dei quali quasi la metà (diciotto) sono occupati dal brano iniziale “He Tried To Forget”, esplicitazione ipnotica della tematica, resa attraverso drone evanescenti ma anche percorsa, nella parte finale, da aperture al calore di note risuonanti. Queste ultime, sotto forma di timbriche chitarristiche o aleggianti persistenze acustiche, ricorrono nelle restanti sei tracce di un lavoro intessuto su sospensioni modulate con rigore compositivo orchestrale, che tocca vette di morbida suggestione nei placidi riverberi di “Mending” e nella consistenza impalpabile e sognante delle nuvole rilucenti, alla cattura sonora delle quali Hüwels aspira in “Clouds As Seen From An Airplane” e nella concisa istantanea finale “Héros”.

Nonostante la diffusione inevitabilmente circoscritta delle poche copie fisiche del lavoro, quello di “If You Remember Me Then I Don’t Care If Everyone Else Forgets” è sicuramente uno stadio significativo nel percorso espressivo di Hüwels e in quello verso un più ampio riconoscimento del suo linguaggio ambientale sinuoso e avvolgente.

https://www.facebook.com/steinersteinersteiner/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: