RIVULETS – You Are My Home (Important, 2006) Duluth, Minnesota; ovvero, di quando un’indicazione geografica fornisce di per sé sufficienti indizi per la collocazione di un artista nell’attuale panorama musicale. Non a caso, Nathan Amundson, cantautore attivo da ormai cinque anni sotto il moniker Rivulets, è stato scoperto e iniziato alla carriera artistica da Alan…

BLUENECK – Scars Of The Midwest (Don’t Touch, 2006) Quintetto formato agli inizi degli anni Duemila, i Blueneck rappresentano la via inglese al post-rock imperante in quel periodo. Inevitabilmente collocati tra Godspeed You! Black Emperor, Mogwai e Sigur Rós, nell’esordio “Scars Of The Midwest” si sono svincolati da pedisseque emulazioni per ricercare una propria dimensione…

SUFJAN STEVENS – Songs For Christmas (Asthmatic Kitty, 2006) Esiste un autore più “natalizio” di Sufjan Stevens? Probabilmente no, se la sua attenzione per tematiche religiose si somma ai suoi arrangiamenti che, tra campanellini e altri suoni festosi, hanno spesso evocato anche fuori contesto gioiose atmosfere natalizie (cfr. ad esempio i coretti della versione di…

STARLESS & BIBLE BLACK – Starless & Bible Black (Locust, 2006) Anche in musica spesso le apparenze ingannano, così come nomi e definizioni. È il caso di questa band inglese chiamata Starless & Bible Black, che peraltro tiene a puntualizzare come il suo nome non derivi dal celeberrimo brano dei King Crimson ma da una…

ESPERS – Espers II (Drag City, 2006) Sono trascorsi oltre due anni da quando la band di Greg Weeks si è sorprendentemente proposta sulla scena alt-folk con la sua trasognata miscela di psichedelia dal sapore antico e dolcezze acustiche inframezzate a sferzate elettriche. Tra l’omonimo debutto e questo suo altrettanto omonimo seguito, l’originario trio si…