music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

PJUSK – Tele (Glacial Movements, 2012) Per la prima release del 2012 del suo catalogo tematico improntato all’isolazionismo ibernato, la romana Glacial Movements si immerge nelle profondità delle terre del … Continua a leggere

25 febbraio 2012 · Lascia un commento

TYNEHAM HOUSE – Tyneham House (Second Language, 2012) L’interesse concettuale di Glen Johnson e di altri artisti gravitanti intorno alla Second Language per luoghi spettrali e abbandonati è nuovamente alla … Continua a leggere

14 febbraio 2012 · Lascia un commento

MINT JULEP – Save Your Season (Village Green, 2011) Keith Kenniff è sicuramente più conosciuto per i suoi solitari progetti ambient-neoclassici Helios e Goldmund. Il compositore americano esprime tuttavia un … Continua a leggere

10 febbraio 2012 · Lascia un commento

FARMER SEA – A Safe Place (Dead End Street, 2012) Il secondo album dei torinesi Farmer Sea consegna al panorama italiano una band dall’encomiabile autonomia produttiva e dalle scelte stilistiche … Continua a leggere

10 febbraio 2012 · Lascia un commento

LES FRAGMENTS DE LA NUIT – Musique De Nuit (Denovali, 2012) Tre violini, un violoncello e un pianoforte: questa la formula attraverso la quale l’ensemble ideato da Ombeline Chardes e … Continua a leggere

9 febbraio 2012 · Lascia un commento

KRAMIES – The European (Hidden Shoal, 2011) Un Ep di diciannove minuti riporta sulle scene Kramies, a far seguito ai due album pubblicati tra 2008 e 2010. Assistito dalla produzione … Continua a leggere

7 febbraio 2012 · Lascia un commento

SWOD – Drei (City Centre Offices, 2011) Con precisione ed essenzialità tutte teutoniche, Oliver Doerell e Stephan Wöhrmann rispolverano la sigla Swod per il loro terzo disco incentrato sui frammenti … Continua a leggere

7 febbraio 2012 · Lascia un commento