ANDREA SCHROEDER – Where The Wild Oceans End (Glitterhouse, 2014) Come il taglio di un cristallo oscuro può regalare riflessi di brillante policromia, così la tedesca Andrea Schroeder ha affinato il suadente folk-noir per il quale il suo debutto “Blackbird” (2012) l’aveva imposta all’attenzione internazionale. “Where The Wild Oceans End” la ripresenta infatti decisamente maturata nella…

THE DESOTO CAUCUS – Offramp Rodeo (Glitterhouse, 2013) Con Howe Gelb come padrino, è facile circoscrivere gli orizzonti dei danesi The DeSoto Caucus, il cui secondo album è però il primo a ricevere una distribuzione internazionale. In anni di tour quale parte integrante dei Giant Sand e dopo una recente esperienza accanto a Kurt Wagner, il…

CHRISTINE OWMAN – Little Beast (Glitterhouse, 2013) Il timbro inconfondibile di Mark Lanegan, che duetta con lei in due dei dieci brani di “Little Beast”, potrà verosimilmente agevolarne la diffusione ma non è certo l’unico elemento di interesse del nuovo album di Christine Owman. Fedele alla sua espressione priva di compromessi, l’artista svedese anche nel…

CAROLINE KEATING – Silver Heart (Glitterhouse, 2012) Dall’auto-promozione attraverso la rete alla pubblicazione ufficiale per un’etichetta di prestigio come Glitterhouse il passo può essere breve, soprattutto se oltre al talento naturale si ha la ventura di circondarsi di musicisti e produttori alquanto in vista nel mondo indie degli ultimi anni. Così, Caroline Keating – canadese…

DAKOTA SUITE – An Almost Silent Life (Glitterhouse, 2012) Potrà sembrare un’argomentazione applicabile da ogni estimatore ai propri beniamini, ma per Chris Hooson come per pochissimi altri può essere veritiero affermare che i suoi dischi richiedono un approccio del tutto particolare e comunque tutt’altro che circoscritto ai loro aspetti superficiali. Infatti, mai come nel caso…

ADELE & GLENN – Carrington Street (Glitterhouse, 2012) I nomi di Adele Pickvance e Glenn Thompson sono legati all’esperienza dei Go-Betweens tra il 2000 e il 2006. Il loro autonomo debutto risente dunque inevitabilmente dell’ombra della grande band australiana e per lo stesso motivo può suscitare maggiori attenzioni. “Carrington Street” è un onesto album di raffinato…