SEABUCKTHORN – Other Other (Fluid Audio, 2020) Andy Cartwright compie un ulteriore passo verso la completa trasfigurazione di quelli che in origine erano i suoni delle corde di una chitarra acustica. Nei nove brani di “Other Other”, interamente realizzati attraverso la “preparazione” dello strumento e l’aggiunta di effetti alle vibrazioni prodotte con l’archetto, l’artista inglese…

SEABUCKTHORN – Through A Vulnerable Occur (IIKKI, 2020) La progressiva evoluzione atmosferica delle vibrazioni di corde acustiche di Andy Cartwright raggiunge in “Through A Vulnerable Occur” un ulteriore livello di definizione. Realizzato parallelamente a un libro fotografico dell’australiana Sophie Gabrielle, incentrato sugli aspetti di una spiritualità connessa a luoghi e ricordi, il lavoro amplifica la…

SEABUCKTHORN – Crossing (Eilean, 2019) La dimensione spaziale e, in qualche misura, atmosferica è stata da sempre connaturata e latente nei lavori di Andy Cartwright caratterizzati principalmente dal suo picking acustico; tuttavia non ne era mai stata protagonista in maniera preponderante come invece avviene in “Crossing”, ottavo album sotto l’alias Seabuckthorn del musicista inglese residente…

rearview mirror: 2018

Anche quest’anno, per la settima volta, è giunto il momento di tornare a guardarsi indietro, ai mesi trascorsi e alla musica che li ha popolati. Mentre il rumore di fondo delle tradizionali classifiche di fine anno non si è ancora diradato, mentre tutti sono concentrati nel non perdere il passo con le novità dell’annata che…

SEABUCKTHORN – A House With Too Much Fire ( La Cordillère / Bookmaker, 2018) Appena un anno dopo lo splendido “Turns“, per Andy Cartwright è di nuovo tempo di condividere lo stato dell’arte dei propri ricercati ricami chitarristici. Le dieci tracce di “A House With Too Much Fire”, nono album dell’artista inglese sotto l’alias Seabuckthorn, respirano…

[streaming] Seabuckthorn – Inner

Taken from “A House With Too Much Fire”, releases June 1st, 2018. Heavily influenced by mountain terrain after relocating to the Southern Alps, Andy Cartwright has experimented further under his Seabuckthorn alias with raw guitar sounds in bowing, fingerpicking & the use of slides, bringing a wider channelling of atmospherics & textures. Recorded in late…

rearview mirror: 2017

Per la sesta volta dall’esistenza di Music Won’t Save You, è il momento della consuetudine riepilogativa di un’annata musicale, ancora una volta aliena da pratiche compilative e di fatto aperta a quanto, realizzato nel corso dell’anno nel mare magnum della produzione discografica, potrà essere scoperto in futuro. Con ancor maggiore evidenza rispetto al recente passato,…

SEABUCKTHORN – Turns (Lost Tribe Sound, 2017) Andy Cartwright non è un virtuoso del fingerpicking come tanti, come i suoi ormai numerosi lavori sotto l’alias Seabuckthorn stanno a testimoniare. Già dall’album “They Haunted Most Thickly” (2015) e dal recente Ep “I Could See The Smoke” (2016) il chitarrista inglese ha dimostrato di saper creare paesaggi sonori…

SEABUCKTHORN – I Could See The Smoke (Lost Tribe Sound, 2016) Come già nel suo album più recente, “They Haunted Most Thickly” (2015), anche nel nuovo Ep su cassetta “I Could See The Smoke”, il chitarrista inglese Andy Cartwright espande la pratica del fingerpicking a definire paesaggi sonori non soltanto circoscritti a quelli delle sconfinate…

SEABUCKTHORN – They Haunted Most Thickly (Bookmaker, 2015) Uno spazio sonoro può essere definito non solo da musica dall’esplicita estetica ambientale, ma anche attraverso note e dinamiche di strumenti tradizionalmente intesi all’armonia. È questo il punto di partenza di Andy Cartwright, chitarrista inglese artefice di sei album a nome Seabuckthorn, che nel suo nuovo lavoro…