music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

seabuckthorn_they_haunted_most_thicklySEABUCKTHORN – They Haunted Most Thickly
(Bookmaker, 2015)

Uno spazio sonoro può essere definito non solo da musica dall’esplicita estetica ambientale, ma anche attraverso note e dinamiche di strumenti tradizionalmente intesi all’armonia. È questo il punto di partenza di Andy Cartwright, chitarrista inglese artefice di sei album a nome Seabuckthorn, che nel suo nuovo lavoro esplora le potenzialità descrittive e di coinvolgimento delle trame acustiche prodotte dal suo strumento (anzi, dai suoi strumenti, visto che alterna una sei e una dodici corde).

Non sono, infatti, un semplice distillato del virtuosismo da fingerpicker le dieci tracce raccolte in “They Haunted Most Thickly”, che invece spaziano attraverso ampi orizzonti di tecnica realizzativa e di resa sonora. Se gli arabeschi dell’incipit “Eve Of The Rains” sembrano preludere a un lavoro improntato a un misticismo delineato da danzanti filigrane acustiche, affiora ben presto l’approccio “paesaggistico” di Cartwright, che pure non si limita a pennellare ampie visioni desertiche (“His Way Became Lost”, “Road From Zammour”) ma introduce negli interstizi tra gli accordi una dimensione ritmiche tale da rendere la solitaria applicazione sulle corde della chitarra soltanto una parte di un più organico contesto compositivo (“When Those Lights Come For You”, “Let The Night In”).

D’altro canto, la medesima ratio dell’ampliamento delle potenzialità dello strumento produce, in ultima istanza, istantanee di un’ambience acustica rilassata e contemplativa (“Heavy Calm”), nella quale lo stesso picking scolora in corollario del camerismo miniaturale della title track, fino a dissolversi tra le cariche di elettricità statica della conclusiva “As If Glimpsed In Dreaming”.
“They Haunted Most Thickly” risulta dunque un album che si discosta dalla linearità espressiva del fingerpicking, elevandone il linguaggio ad elemento costitutivo di una musica sostanzialmente ambientale, creata e rifinita in maniera originale, esclusivamente a partire da corde acustiche.

http://www.facebook.com/pages/Seabuckthorn/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: