The Sun

FRIDGE – The Sun (Domino / Temporary Residence, 2007) Sei anni: tanto si è dovuto attendere perché tornasse a comparire con una nuova opera la sigla Fridge, band il cui contributo alla sperimentazione di sonorità tra elettronica e post-rock, a cavallo tra anni 90 e 2000, è universalmente riconosciuto. Com’è noto, però, Kieran Hebden e…

Pour Away The Ocean

HOAX FUNERAL – Pour Away The Ocean (Scared Crow, 2007) Quello del classico cantautorato folk si conferma ambito fervente di valide produzioni; certo, si tratta di un campo nel quale non sono esigibili significativi sviluppi a livello formale, essendo invece in esso decisivo il profilo espressivo e quello attinente alla qualità della scrittura. L’ultimo esempio…

Höstluft

LIBRARY TAPES – Höstluft (Make Mine Music, 2007) Pianoforte ed elettronica: un connubio tra due strumentazioni tra loro in apparenza molto distanti, ma che è ormai divenuto abituale in seguito ai molteplici esperimenti di accostamento di questi due elementi, condotti da artisti contemporanei, di sensibilità ed estrazione diverse. Il risultato dell’interazione di melodie pianistiche e…

Eleven Continents

RF & LILI DE LA MORA – Eleven Continents (Rowing At Sea, 2007) Capita, in musica, che in presenza di presupposti di base invariati, aggiungendo o sottraendo elementi, si conseguano risultati alquanto diversi rispetto al punto di partenza. L’album in questione esemplifica perfettamente uno di quei casi, rivelando ancora una volta come siano sufficienti poche…

Blues For Losers

WHIP – Blues For Losers (Zeal, 2007) Whip è la creatura solista di Jason Merritt, voce e anima dei Timesbold, band “di culto” originaria dell’Oregon. In questo suo progetto, dai contorni molto intimi ed essenziali, Merritt tende a discostarsi dai tratti experimental-folk della band d’origine, per cimentarsi in un cantautorato scarno e sofferto, incentrato quasi…

May Your Heart Be The Map

EPIC45 – May Your Heart Be The Map (Make Mine Music, 2007) Cieli irradiati da abbagliante luce grigia, paesaggi campestri di grazia spoglia e solo in apparenza immobili, abbandono a una contemplazione sognante e venata da sottile malinconia; si tratterà pure di un’iconografia abbastanza scontata nel trattare di artisti britannici che fanno delle atmosfere il…