music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

CINDER WELL – No Summer
(Free Dirt, 2020)

In maniera non soltanto figurata la musica di Amelia Baker attraversa l’Atlantico, stabilendo connessioni tra il folk appalachiano e la tradizione narrativa irlandese. In Irlanda si è infatti da qualche tempo stabilita la musicista di origine californiana, al secondo album sotto l’alias Cinder Well.

Scritto in Irlanda ma registrato a Washington sotto le cure di Nich Wilbur (Black Belt Eagle Scout, Angel Olsen), “No Summer” presenta una efficace combinazione di linguaggi, esemplificata da una scaletta che accanto a sette brani originali comprende due rivisitazioni di classici del folk (“Wandering Boy” e “The Cuckoo”). In entrambi i casi Amelia dimostra grande personalità nelle sue interpretazioni potenti ed evocative, che bilanciano strutture delle canzoni estremamente scarne, ridotte all’osso delle loro linee armoniche e di dinamiche scandite da arrangiamenti d’archi, che affiancano le qualità di polistrumentista della musicista californiana (chitarra, organo, fiddle).

Ne risulta una sequenza di brani dalle atmosfere atemporali, sospesi tra incantati scorci appalachiani e tenebrosi accenti “doom-folk” britannici, tuttavia rivestiti dalla dolcezza e dai pronunciati contenuti emozionali di una voce profonda e coinvolgente. Le ballate folk di Amelia Baker non sono quasi mai propriamente tali, né tanto meno limpide e lineari; anzi, accanto a tratti rituali (“Old Enough”) nel corso del lavoro si manifestano passaggi di spiccato lirismo (la title track) di una poetica di sofferta introspezione (“From Behind The Curtain”), ma anche articolate soluzioni strumentali, che sfociano negli oltre nove minuti di “Our Lady’s”, sviluppati come un libero flusso di coscienza scandito da un picking visionario e da una incantata combinazione di tastiere e archi.

L’essenzialità di “No Summer” è dunque rivestita di una varietà di sfumature e di molteplici soluzioni compositive, che valorizzano le doti vocali e la sensibilità di scrittura un’artista che con grande consapevolezza non si limita al folk quale oggetto della sua ricerca di un codice espressivo unificante culture e tradizioni sulle due sponde dell’Atlantico, ma che proprio spogliandolo all’osso lo riempie di contenuti propri e affascinanti.

http://www.cinderwellmusic.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 ottobre 2020 da in recensioni 2020 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: