ADRIAN CROWLEY The Watchful Eye Of The Stars (Chemikal Underground, 2021)* Chi ne ha seguito il percorso creativo ormai ultraventennale ha visto Adrian Crowley maturare da artista indipendente le cui canzoni erano avvolte da atmosfere particolari a songwriter esperto, sempre più interessato all’eleganza degli arrangiamenti. La dimestichezza con la scrittura e con l’interpretazione da lui…

rearview mirror: 2017

Per la sesta volta dall’esistenza di Music Won’t Save You, è il momento della consuetudine riepilogativa di un’annata musicale, ancora una volta aliena da pratiche compilative e di fatto aperta a quanto, realizzato nel corso dell’anno nel mare magnum della produzione discografica, potrà essere scoperto in futuro. Con ancor maggiore evidenza rispetto al recente passato,…

ADRIAN CROWLEY – Dark Eyed Messenger (Chemikal Underground, 2017) In quasi vent’anni di produzione discografica, Adrian Crowley ha via via decantato la propria scrittura, nella stessa misura in cui il tempo rendeva la sua voce sempre più calda e profonda. In parallelo, l’artista irlandese ha travalicato l’originario status di culto per appassionati del songwriting, ampliando nel…

ADRIAN CROWLEY – Some Blue Morning (Chemikal Underground, 2014)* Al settimo album, quella di Adrian Crowley è ormai voce cantautorale consolidata e ormai sempre più diffusamente stimata grazie all’approdo su Chemikal Underground. “Some Blue Morning” è il suo terzo lavoro sull’etichetta scozzese, che giunge al culmine di un periodo creativo intenso come non mai per…

ADRIAN CROWLEY & JAMES YORKSTON – My Yoke Is Heavy (Chemikal Underground, 2013) Sulle due sponde del Canale di San Giorgio, Adrian Crowley e James Yorkston si sono costruiti negli anni dei profili cantautorali ben caratterizzati, in equilibrio tra le rispettive tradizioni folk irlandese e scozzese e delicate sensibilità contemporanee, intrise di profondo lirismo e di…

THE BIG EYES FAMILY PLAYERS & FRIENDS – Folk Songs II (Static Caravan, 2012) Nel 2009 i Big Eyes Family Players di James Green incontravano James Yorkston nella rivisitazione di una serie di brani della tradizione britannica. A distanza di tre anni, il secondo episodio di “Folk Songs” rispolverate secondo sensibilità contemporanee trae le mosse…

ADRIAN CROWLEY – I See Three Birds Flying (Chemikal Underground, 2012) Al sesto capitolo di una carriera trascorsa per lo più nell’ombra, il cantautore irlandese Adrian Crowley riscopre la dimensione più intima della sua ispirazione primigenia, mettendola a frutto in undici brani la cui immediatezza realizzativa trova piena corrispondenza in una formula schietta e disadorna. Accantonata…