[video of the week] Jolanda Moletta – Spell II: Daydream and Nightbloom

Video premiere of “Spell II: Daydream and Nightbloom”, taken from “Nine Spells”, out July 5th 2022 via Ambientologist. “Nine Spells” is a collection of vocal-only compositions by experienced vocalist and multimedia artist Jolanda Moletta, a musical tribute to nine of her female ancestors. She describes the inspiration for the track and the video below: “If…

PAN•AMERICAN The Patience Fader (Kranky, 2022)* Il trascorrere del tempo, per Mark Nelson, coincide sempre più con il ripiegamento su una dimensione creativa intima e personale. Sulla scia del precedente “A Son” (2019), anche i dodici brani di “The Patience Fader” sono ampiamente incentrati sul placido stillare di note dalle corde pizzicate della sua chitarra,…

MAYA SHENFELD In Free Fall (Thrill Jockey, 2022)* Il crocevia berlinese di suoni e culture ha accolto Maya Shenfeld un paio d’anni fa, trasformandola in musicista a tutto tondo, dopo una formazione da chitarrista classica ed esperienze punk. Sperimentazione e spontaneità espressiva convivono nelle sette tracce del suo debutto “In Free Fall”, in equilibrio tra…

JIMMY BEHAN Here We Are Now (Audiobulb, 2022)* Il sensibile sguardo di Jimmy Behan sul mondo naturale idealmente contemplato dalla sua finestra torna a manifestarsi dopo un lungo periodo di silenzio nelle dieci tracce raccolte in “Here We Are Now”, composte e realizzate appunto in una condizione di isolamento fisico e interiore. La volatilità del…

GLÅSBIRD Siberia (Whitelabrecs, 2021)* L’ideale atlante sonoro delle regioni artiche tracciato dai lavori del progetto Glåsbird giunge alla quinta tappa, che è anche la più estesa, tanto per riferimenti geografici quanto per durata. La “Siberia” rappresentata ed evocata nelle quindici nuove composizioni vive infatti al tempo stesso della sua dimensione inattingibile e della sua natura…

JAKOB LINDHAGEN & DAG ROSENQVIST Stadsbilder (Time Released Sound, 2021)* L’esperienza di produttore e compositore di Jakob Lindhagen e l’attitudine sperimentale alla collaborazione di Dag Rosenqvist si incontrano nelle dieci cartoline sonore di “Stadsbilder”. Come da titolo, si tratta di altrettanti “paesaggi urbani”, incorniciati da una stratificata congerie di suoni elettro-acustici, che alternano passaggi di…

JASON VAN WYK Threads (n5md, 2021)* Al quarto disco, il compositore sudafricano Jason Van Wyk lascia riaffiorare in maniera più evidente rispetto ai predecessori tratti della propria giovanile passione per l’elettronica e la trance. A quattro anni di distanza dall’ultimo “Opacity”, la componente acustica di pianoforte e terzetto d’archi non riveste più un ruolo centrale…

FRANCESCO GIANNICO Misplaced (Adesso, 2021)* Ogni lavoro recente di Francesco Giannico rappresenta una nuova tappa di un percorso che, a livello percettivo più ancora che sul solo piano concettuale, lo sta conducendo a una declinazione empatica – e dunque fortemente personale – di un soundscaping ormai distante dalla mera “fotografia sonora” di luoghi e paesaggi….

CAUGHT IN THE WAKE FOREVER Fair Weather Voyager (Self Released, 2021) Per un artista dalla sensibilità pronunciata quale Fraser McGowan, la creazione musicale riveste il significato di un vero e proprio diario personale, che segue fedelmente le alterne vicende della quotidianità e le sensazioni che essa reca con sé. Con questo spirito, il musicista scozzese…

VV.AA. Ennio’s Muse (Whitelabrecs, 2021) Un itinerario nello spazio e nel tempo, sulle orme lasciate da D.H. Lawrence in Sardegna un secolo fa, che diventa composito omaggio alla memoria di Ennio Morricone. La parte sonora del progetto curato dal fotografo e artista Daniele Marzeddu, che consta anche di un art-film che seguirà le tappe del…

IAN HAWGOOD + STIJN HÜWELS Voices (Home Normal, 2021) Il costante dialogo originato dalle affini sensibilità di Ian Hawgood e Stijn Hüwels raggiunge una nuova tappa nei cinque lunghi brani di “Voices”, lavoro che fin dal suo titolo stabilisce una connessione diretta con il precedente “No Voices” (2019). La voce umana, sotto forma di frammenti…

KARIMA WALKER Waking The Dreaming Body (Keeled Scales / Orindal, 2021) Fin dal suo “Hands In Our Names”, era sufficientemente chiaro come il profilo di Karima Walker non fosse riassumibile in quello di una semplice cantautrice. Benché il folk e le sonorità acustiche facessero senz’altro parte della sua formazione musicale e della sua sensibilità creativa,…

[video of the week] Glåsbird – Lavanda di Mare

“Lavanda di Mare” is the opening track of “Ennio’s Muse” digital compilation, out now via Whitelabrecs. “Ennio’s Muse” is a digital compilation album released by British record label Whitelabrecs, as a means to generate funds and interest into an ambitious project called “Return to Sea and Sardinia”. 2021 marks 100 years since D.H Lawrence’s travel…

ELSKAVON & JOHN HAYES Du Nord  (Western Vinyl, 2020) La ricerca di una maggiore articolazione nella composizione neoclassico-ambientale è alla base della prima collaborazione tra il progetto elettronico di Chris Bartels e le texture pianistiche di John Hayes. Ispirate al rigido clima del loro Minnesota, le undici brevi tracce di “Du Nord” non costituiscono la…

PEPO GALÁN & SITA OSTHEIMER – Contact  (Past Inside The Present, 2020) Benché non rappresentino una novità assoluta l’interesse di Pepo Galán per l’introduzione di elementi vocali sulle sue evanescenti armonie ambientali né la partecipazione della coreografa tedesca Sita Ostheimer ai suoi lavori, “Contact” segna la prima vera e propria collaborazione tra i due. I…

JAMES MURRAY & MIKE LAZAREV – Suññatā  (Home Normal, 2020) Consacrata in maniera emblematica nel titolo alla dottrina buddista del vuoto, la prima collaborazione organica di James Murray con Mike Lazarev (seguita alla rilavorazione da parte di quest’ultimo di un brano contenuto nel suo “Falling Backwards“) consiste appunto nella ricerca di spazi sonori negativi, definiti…

HELIOS – Domicile  (Ghostly International, 2020) Appena dismessi i panni cameristico-ambientali di Goldmund (il cui ultimo lavoro “The Time It Takes” risale solo a un paio di mesi fa), Keith Kenniff torna a indossare quelli elettro-acustici del suo originario progetto Helios. In realtà, i due aspetti della personalità artistica del musicista statunitense negli ultimi tempi…

CAUSEYOUFAIR – L’Sonnet – Vol. I and Vol. II  (Audiobulb, 2020)* Mentre le produzioni ambientali sono ormai sempre più orientate alla combinazione con sonorità diverse e, soprattutto, in prevalenza accompagnate da sovrastrutture concettuali, Yigit Demirel va in decisa controtendenza per la sua nuova, imponente opera sotto l’alias Causeyoufair. L’artista turco, attivo fin dagli anni Novanta…

TAPES AND TOPOGRAPHIES – Inoculations  (Dronarivm, 2020) Solo durante l’anno in corso, il solitario percorso di Todd Gauthreaux sotto l’alias Tapes And Topographies, già di per sé emblematico di un approccio “analogico” alla composizione ambientale, ha cominciato a muovere i primi passi al fuori del contesto di sostanziale autoproduzione della sua personale etichetta Simulacra Records,…