FEAN – Fean II (Laaps, 2020) Il secondo capitolo delle improvvisate intersezioni guidate dai suoni e dalle narrazioni di Jan e Romke Kleefstra costituisce il naturale seguito del primo, pubblicato sul finire del 2018. Identico il luogo che vi ha fatto da teatro, una piccola chiesa rurale della Frisia, e immutata la formazione, che nuovamente…

FEAN – Fean (Moving Furniture, 2018) Una piccola chiesa della Frisia occidentale ha fatto da teatro a un avventuroso incontro di personalità sperimentali. L’ensemble Piiptsjilling di Jan e Romke Kleefstra, le manipolazioni sonore di Rutger Zuydervelt (Machinefabriek), le frequenze minimali di Sylvain Chauveau, i vocalizzi incorporei di Annelies Monseré, i fiati e l’organo di Joachim Badenhorst…

ANNELIES MONSERÉ – Debris (Morc, 2016) Benché di recente non siano mancate sue testimonianze sonore, sotto forma di collaborazioni e rielaborazioni di vecchi brani, era da ben quattro anni che Annelies Monseré non si faceva sentire attraverso un album organico (“Nest”, 2012). Se già quel lavoro sembrava invertire il processo di progressiva definizione dei pur sempre…

DREKKA REWORKS ANNELIES MONSERÉ – Verjaardag (Bluesanct / Red Frost Industries, 2016) Nonostante la formulazione della denominazione artistica sotto la quale è presentato, “Verjaardag” non è una raccolta di remix. Si tratta, piuttosto, del distillato di un lungo lavoro di elaborazione e rimaneggiamento, condotto da Mkl Anderson durante la realizzazione di “Marit” (2009), piccolo gioiello…

ANNELIES MONSERÉ – Nest (Morc, 2012) Ventitre minuti di compassate evocazioni e di armonie scheletriche anticipano il terzo lavoro sulla lunga distanza della polistrumentista belga, che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Jessica Bailiff e Nathan Amundsen (Rivulets). Essenziale nelle sue narcolettiche iterazioni di organo o pianoforte, “Nest” si colloca a metà tra le tenebrose…