MARSEN JULES – The Empire Of Silence (Oktaf, 2015) Fresco reduce dalla traslitterazione post-moderna del classicismo della sua “Sinfonietta”, Martin Juhls arricchisce di un ulteriore tassello lo straordinario atlante sonoro compilato in ormai dieci anni di fervente attività discografica. Come da titolo e artwork, “The Empire Of Silence” è l’album “artico” del compositore tedesco, articolato…

MARSEN JULES – Sinfonietta (Dronarivm, 2014) Quante volte, a proposito di composizioni ambientali più o meno lunghe e connotate da un’ariosità di approccio sonoro affine a quella orchestrale, si utilizza il termine “sinfonia”? Ecco, a fronte del frequente impiego di tale impegnativa comparazione, ben pochi artisti si sono misurati in maniera esplicita non tanto con…

intervista: MARSEN JULES

A breve distanza dalla pubblicazione di “Beautyfear“, Martin Juhls racconta il suo approccio alla musica e illustra i nuovi orizzonti di Marsen Jules e dei suoi numerosi progetti artistici. Qual è stata la tua formazione musicale? Come ti sei approcciato alla musica elettronica e ambientale? Il primo strumento che ho cominciato a suonare è stata…

interview: MARSEN JULES

A few weeks after the release of”Beautyfear“, Martin Juhls talks about his peculiar approach to music, the upcoming releases as Marsen Jules and his projects as artist and owner of the Oktaf label. What has been your musical training? How did you come to electronic and ambient music? The instrument I started with was the…

MARSEN JULES – Beautyfear (Oktaf, 2014) Dall’esplorazione degli imperscrutabili paesaggi della memoria all’osservazione di panorami reali resi altrettanto densi dai tepori primaverili dell’Europa meridionale, Martin Juhls torna a sviluppare un album organico dopo aver trascorso i tre anni dal precedente “Nostalgia” dedicandosi senza soluzione di continuità ai paralleli progetti del Trio e di krill.minima, nonché a tracce…

MARSEN JULES – The Endless Change Of Colours  (12k, 2013) Reduce da una recente immersione nei tepori elettro-acustici di krill.minima, Martin Julhs assume nuovamente, a due anni dallo struggente “Nostalgia”, le vesti del suo principale progetto artistico. Anche in quest’occasione, lo stimato sound artist tedesco non si discosta dai propri cardini concettuali di memoria e…

KRILL.MINIMA – Sekundenschlaf (Psychonavigation, 2013) Martin Juhls riassume per le quarta volta le sgargianti vesti di krill.minima per cimentarsi nella miscela di calde sonorità melodiche, texture ambientali e pulsazioni sinteitiche. Decisamente meno virata all’esotico che in passato, l’ora e un quarto di musica di “Sekundenschlaf” offre un caleidoscopio espressivo in bilico tra ambient, elettro-acustica e dense…