music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

WILL BURNS AND HANNAH PEEL – Chalk Hill Blue (Rivertones / PIAS, 2019) Tra musica e poesia sussiste un’affinità elettiva, che nel tempo ha trovato modalità di interazione variegate; quella … Continua a leggere

29 marzo 2019 · Lascia un commento

SOAP&SKIN – From Gas To Solid / You Are My Friend (PIAS, 2018)* Era ancora una teenager Anja Franziska Plaschg quando strabiliò il mondo della musica indipendente (ma non solo) … Continua a leggere

22 ottobre 2018 · Lascia un commento

AGNES OBEL – Citizen Of Glass (PIAS, 2016) Ad Agnes Obel sono stati sufficienti due album (“Philharmonics“, 2010, e “Aventine“, 2013) per trasformarsi da timida e talentuosa “donna al piano” a … Continua a leggere

21 ottobre 2016 · Lascia un commento

OTHER LIVES – Rituals (PIAS, 2015) Il cambiamento, nello spazio e nel linguaggio, appare sempre più un’esigenza per Jesse Tabish e per i suoi Other Lives, al terzo capitolo di un … Continua a leggere

4 maggio 2015 · Lascia un commento

AGNES OBEL – Aventine (PIAS, 2013) Due minuti e mezzo di compunte note pianistiche che disegnano fluide armonie notturne fanno da preludio al secondo disco della danese Agnes Obel, già assurta … Continua a leggere

2 ottobre 2013 · 1 Commento

DAVID LEMAITRE – Latitude (PIAS, 2013) Stupisce non poco che nel frenetico vortice di musica proposto quotidianamente da fonti di natura diversa sia passato quasi del tutto sotto silenzio un … Continua a leggere

22 settembre 2013 · 1 Commento

SOAP&SKIN – Sugarbread (PIAS, 2013) Il lato più oscuro e drammatico di Anja Plaschg: se il recente “Narrow” l’aveva vista interprete di raffinate ballate pianistiche, “Sugarbread” dischiude un nuovo abisso di … Continua a leggere

8 marzo 2013 · Lascia un commento