music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

agnes_obel_citizen_of_glassAGNES OBEL – Citizen Of Glass
(PIAS, 2016)

Ad Agnes Obel sono stati sufficienti due album (“Philharmonics“, 2010, e “Aventine“, 2013) per trasformarsi da timida e talentuosa “donna al piano” a interprete dalla fama diffusa ben oltre i soli circuiti indipendenti. In occasione del suo terzo lavoro, l’artista danese non si è però accontentata di replicare la combinazione tra formazione classica e lirismo cantautorale, prefiggendosi invece l’ambizioso obiettivo di andare oltre quella formula di successo.

Pur senza stravolgere le proprie coordinate di riferimento, in “Citizen Of Glass” la Obel pone infatti l’accento sui contenuti atmosferici e sulle dinamiche di brani che non sono più solo ballate per pianoforte e arrangiamenti d’archi. Lo si comprende fin dalle sospensioni della dimessa apertura “Stretch Your Eyes”, così come dalle oblique volute degli archi del singolo “Familiar”, mentre allo spettrale camerismo dello strumentale “Red Virgin Soil” e della title track.

I cardini espressivi dei lavori precedenti, comprese alcune lievi torsioni vocali, si ritrovano così filtrati da dinamiche compositive di intricato minimalismo e da toni solo in apparenza più asettici, dimostrando come, per coniugare fascino interpretativo e propensioni di ricerca sonora, Agnes Obel non abbia più bisogno di barocchismi orchestrali né di artifici di registrazione, ma dispieghi le proprie doti evocative con austera essenzialità, sfaccettata e trasparente come un cristallo.

(pubblicato su Rockerilla n. 434, ottobre 2016)


http://www.agnesobel.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 ottobre 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: