music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

shape_worship_a_city_rewrittenSHAPE WORSHIP – A City Rewritten
(Front & Follow, 2016)

Il denso impianto concettuale della “hauntologia topografica” presentata da Ed Gillett nel suo primo lavoro sulla lunga distanza sotto l’alias Shape Worship (“A City Remembrancer“, 2015) è stato sottoposto a rilettura integrale. Il tema dell’urbanizzazione spersonalizzante, declinato da Gillett sotto forma di una spettrale ambience post-atomica, è stato riscritto da parte di sei diversi artisti.

Tutte le versioni contenute in “A City Rewritten” sono profondamente plasmate dai loro autori: salienti, in particolare, quella pulsante di Pye Corner Audio, quella cameristica del violino di Laura Cannell e quella in delicata chiave vocale delle Lutine. Tutte mantengono comunque intatto il loro originario tratto visionario.

(pubblicato su Rockerilla n. 434, ottobre 2016)

http://shapeworship.co.uk/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: