REVGLOW – 9th Chrysalis (KrysaliSound, 2011) Dunque la crisalide si sta finalmente dischiudendo per liberare il volo della creatura nata dalla fervente immaginazione di Francis M. Gri. L’immagine deve essergli particolarmente cara, visto che ad essa ha improntato l’etichetta KrysaliSound, destinata a compendiare i suoi molteplici progetti artisti, e dedicato prima il recente Ep di…

MATT CHRISTENSEN – A Cradle In The Bowery (Under The Spire, 2011) Voce e prima chitarra dei chicagoani Zelienople, Matt Christensen si affaccia al suo debutto solista con un album estremamente personale, a partire dalla dedica alla figlia neonata, e scarno nella natura di suoni ridotti all’osso rispetto al maestoso impianto di psichedelia noir della…

LOTTE KESTNER – Stolen (Saint-Loup, 2011) Non si può certo pretendere di far cambiare idea a quanti sono soliti arricciare il naso alla sola lettura del termine cover, liquidando così in maniera aprioristica qualsiasi operazione che lo contempli o, peggio ancora (dal loro punto di vista), interi dischi esclusivamente costituiti da reinterpretazioni di brani altrui….

EDM – Night People (Western Vinyl, 2011) All’alba del 2000, l’etichetta texana Western Vinyl pubblicava il primo lavoro sulla lunga distanza del suo allora esiguo catalogo; era un disco dall’artwork desolato ed essenziale, che accompagnava l’esordio di una band denominata Early Day Miners. Era “Placer Found”, piccolo gioiello di narcolessie, suggestioni cinematiche e sfuggenti esplosioni…

NOVELLER – Glacial Glow (Weird Forest/Saffron, 2011) Sarà per i suoi trascorsi, tra gli altri con Cold Cave e Parts & Labor, per la personalità della sua proposta musicale o, più prosaicamente, perché di musiciste sperimentali avvenenti come lei non ce ne sono molte in circolazione. Quali che siano i motivi dell’attenzione a lei riservata,…

BE FOREST – Cold. (We Were Never Being Boring, 2011) Se è ormai indubitabile che il recente revivalismo di suoni wave e dark stia prendendo piede in particolare oltreoceano, va smentita con forza la convinzione che sia appannaggio esclusivo o quasi di etichette quali la Captured Tracks, che pure sta facendo un egregio lavoro caratterizzando…

HELP STAMP OUT LONELINESS – Help Stamp Out Loneliness (Papillon Noirs, 2011) Nessun eccentrico prefisso a richiamare l’attenzione sulla loro musica, nessun incanalamento in revivalismi dal pronto hype e tanto meno campagne stampa che cavalchino l’onda di una tendenza effimera o, peggio, offrano sponde ai meccanismi dello show business; solo un nome nemmeno tanto immediato…

intervista: FRANCIS GRI/APART

Entrato in contatto da giovanissimo con il mondo tenebroso degli All My Faith Lost, ben presto Francis M. Gri sente il bisogno di distaccarsene, per creare qualcosa di più personale e svincolato dai cliché del genere. Nel volgere di pochi anni, la sua fertile spontaneità creativa ha partorito progetti tra loro diversi, dai personalissimi paesaggi…

ESMERINE – La Lechuza (Constellation, 2011) Lhasa De Sela è stata una voce eclettica come poche, nel suo sincretismo tra radici nordamericane, rifiniture klezmer ed eleganza parigina. Lhasa De Sela non c’è più da oltre un anno, strappata alla musica e alla vita a soli 37 anni in un modo che neanche un’estrema razionalità è…

LITTLEBOW – The Edge Blown Aerophone (Second Language, 2011) Vituperato oggetto di repulsione per imberbi approcci musicali, abusato cliché ai tempi d’oro del prog e in seguito confinato a un ruolo del tutto marginale nelle espressioni rock contemporanee, il flauto rappresenta il nucleo dell’elaborazione sottesa a “The Edge Blown Aerophone”, undicesima pubblicazione in serie limitata…