music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

burnt_palms_the_girl_you_knewBURNT PALMS – The Girl You Knew
(We Were Never Being Boring, 2014)

Il sole, il mare, la voglia di surf e divertimento non sono dati accidentali quando la finalità di una band è di scrivere travolgenti canzoni pop su un esuberante impianto rock. Si tratterà pure di cliché, tuttavia la provenienza del terzetto dei Burnt Palms dalla cittadina californiana di Seaside suona di per sé già come una dichiarazione programmatica, quasi una predestinazione per il terzetto Burnt Palms, guidato dalla scatenata cantante e chitarrista Christina Riley, al secondo lavoro pubblicato dall’italiana We Were Never Being Boring, a distanza di due anni dall’omonimo debutto.

I dieci brani di “The Girl You Knew” confermano l’attitudine della band a un melodie solari e spensierate, sostenute da una miscela di leggerezza surf e abrasivo impatto garage, collocabile in un’ideale linea di continuità con le formule proposte ad esempio da Vivian Girls e Best Coast, di recente tanto popolari oltreoceano. In appena ventisei minuti Burnt Palms inanellano una sequenza di canzoni pop avvolte da robuste torsioni di feedback e sostenute da ritmiche pronunciate, apportate da basso di Brian Dela Cruz e dalle nervose percussioni della batterista Clara Nieto, che completa l’organico a prevalenza femminile della band.

A parziale differenza delle tante esperienze affini, quella di Burnt Palms si caratterizza nell’occasione per estremizzare gli elementi costitutivi della propria formula noise-pop: quanto più eteree e sognanti, infatti, si fanno le melodie e le interpretazioni della Riley, tanto più impetuoso – a tratti persino aggressivo – diventa il substrato sonoro prodotto dalla corposa triangolazione garage-rock rispetto alla quale le prime provano ad affiorare, spesso non senza una certa fatica.
Tale parziale forzatura riesce solo in parte ad affrancare “The Girl You Knew” rispetto alle numerose proposte simili, tuttavia l’agile durata e la briosa esuberanza delle sue canzoni possono contribuire a farne, quanto meno, uno spensierato accompagnamento degli spensierati itinerari estivi baciati dal solleone.

http://burntpalms.bandcamp.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: