music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

palm_springs_mexican_gem_golden_dustPALM SPRINGS – Mexican Gem / Golden Dust 7″ + 300 Acres / The Last Hour 7″
(Self Released, 2015)

Due singoli che profumano di vinile e d’antico introducono un frizzante duo al femminile proveniente da Melbourne, che alimenta il guitar-pop più sbarazzino tornato in auge negli ultimi tempi. Si fanno chiamare Palm Springs e ben poco è dato sapere di loro, oltre le due diverse prospettive della foto “automobilistiche” prescelte come copertine dei loro primi due 7”, pubblicati in contemporanea nello scorso mese di ottobre.

Il primo, “Mexican Gem / Golden Dust” contiene cinque brevi brani che si innestano con decisione su un filone di solare surf-pop innervato da chitarre al tempo stesso corpose e languide. Brani come “Mexican Gem”, “Illych The Stranger” e “Mountain, Horizon, Distance” denotano parentele con più celebrate band al femminile quali le Vivian Girls, rispetto alle quali comunque le due australiane mostrano di sapere lavorare sulle melodie che sulla grana elettrica. Quest’ultima, pur sostenuta anche da ritmiche asciutte, contiene quasi sempre il proprio impeto appena prima di sfociare in distorsioni e anzi si ritrae dando luogo alle spensierate dolcezze sixties di “Golden Dust” e addirittura al dolce intimismo della breve brano di chiusura “A List”.

palm_springs_ 300_acres_the_last_hourL’attitudine più pop e malinconicamente sognante delle Palm Springs si coglie ancora meglio nell’altro 7”, “300 Acres / The Last Hour”, i cui due brani principali presentano un impatto chitarristico più sfumato, che permette di brillare a melodie agrodolci e fluidi intrecci chitarristici. Lo stesso vale per i quattro brani aggiuntivi dell’edizione digitale, che alternano inquietudini da college-radio anni ’90 (“Nail In The Coffin”, “Billy And The Wolf”) a passaggi di più umbratile introspezione (“Draw A Line”), comunque distillati attraverso rotondi effetti elettrici e interpretazioni vocali al tempo stesso asciutte e suadenti.

Un duplice, stimolante biglietto da visita per un duo dalle ottime potenzialità, poco importa se non (ancora?) assistito dall’attenzione “indie” di recente riservata a molte proposte guitar-pop.


http://palmsprings.bandcamp.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: