music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

PAPERNUT CAMBRIDGE – Outstairs Instairs (Gare du Nord, 2018) È ormai diventata una piacevole abitudine quella che vede Ian Button (Death In Vegas) riavviare per la quarta volta i motori … Continua a leggere

29 giugno 2018 · Lascia un commento

memories: THE BEAST INSIDE

INSPIRAL CARPETS – The Beast Inside (Mute, 1991) Nell’incredibile stagione di rinnovamento del pop alternativo britannico all’inizio degli anni Novanta – quella che da lì a breve sarebbe stata identificata … Continua a leggere

12 novembre 2017 · Lascia un commento

THE LUXEMBOURG SIGNAL – Blue Field (Shelflife / Kleine Untergrund Schallplatten, 2017) La fiamma inestinguibile dell’indie-pop che si trasforma rivivendo ogni volta a nuova freschezza trova ennesima conferma nel secondo … Continua a leggere

24 ottobre 2017 · Lascia un commento

SEA PINKS – Watercourse (CF Records, 2017) Sempre più distante dall’originario ruolo di batterista dei Girls Names, Neil Brogan ha trovato alla guida dei suoi Sea Pinks una propria dimensione … Continua a leggere

21 luglio 2017 · Lascia un commento

MARIKA HACKMAN – I’m Not Your Man (AMF / Universal, 2017) Che il folk non fosse il linguaggio d’elezione di Marika Hackman si era già intuito nella sua prima prova … Continua a leggere

11 giugno 2017 · Lascia un commento

LAKE RUTH – Actual Entity (The Great Pop Supplement, 2016) Una combinazione di stili, suoni e suggestioni che vengono da lontano è alla base del terzetto newyorkese Lake Ruth, formatosi … Continua a leggere

15 luglio 2016 · Lascia un commento

PAPERNUT CAMBRIDGE – Love The Things Your Lover Loves (Gare du Nord, 2016) Due autori navigati dai percorsi diversi hanno ormai dato vita a un sodalizio ormai stabile nella sua estemporaneità. … Continua a leggere

17 giugno 2016 · Lascia un commento