music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

ian_fisher_neroIAN FISHER – Nero
(Snowstar, 2016)

L’essenza narrativa, metaforica ed errabonda del cantautore trova in Ian Fisher e nelle dieci canzoni del suo album di debutto “Nero” una sintesi plastica e fortemente sentita. Originario del Missouri, Fisher vive da tempo in Europa, dove ha scelto come base Berlino, città nella quale si ferma tuttavia ben poco, portando invece la propria musica costantemente in estesi tour che gli permettono di scoprire nei dettagli i Paesi del continente che lo ospita.

Fisher potrebbe definirsi il tipico animo cantautorale inquieto, che nel viaggio e nelle canzoni cerca sfogo, pacificazione e catarsi. A quest’ultima, anche da un punto di vista puramente simbolico, si riferisce la scelta di intitolare il proprio primo lavoro all’imperatore Nerone, evocato come in un intento di far terra bruciata di sé e del proprio passato, alla ricerca di una rinascita più forte e splendente. Distruzione e rinascita personale sono infatti tra i temi portanti delle dieci canzoni di “Nero”, veicolate dall’intenso lirismo di Fisher, malinconiche ma tutte molto dirette, animate da pathos e forza interiore tali da lasciar intendere una svolta a portata di mano.

La poetica al tempo stesso ruvida e romantica dei brani trova veicoli espressivi adeguati nella voce sottile e vibrante di Fisher e nel suo tocco, delineando uno stile classico ma estremamente dinamico, risultante dall’interazione delle sue origini personali e stilistiche con l’aura bohémien che ne informa il songwriting. La schiettezza della sua scrittura si fonda su elementi semplici e immediati, ma non per questo le canzoni di “Nero” sono spoglie e disadorne, come dimostrano l’articolata struttura della title track o gli arrangiamenti polverosi e romantici di “All Ya Need”. Quando tuttavia il cantautore del Missouri sfuma una certa enfasi country-folk in essenziali ballate di chitarra e voce (“Too Bad”, “Just Like A Stranger”), affiorano timbriche dylaniane dai contorni fluidi e palpitanti come quelli recentemente dispensati, ad esempio, da un Barna Howard.

Con le radici in America e un cuore pulsante in giro per l’Europa, “Nero” è un debutto dotato di forza e personalità, che integra codici classici con le storie e le sensazioni di una sensibilità artistica particolare, meritevole di essere scoperta.

http://www.ianfisheronline.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 gennaio 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: