music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

BIRD BY SNOW – Offering
(Gnome Life, 2012)

Fletcher Tucker è davvero un personaggio singolare nell’attuale panorama musicale, costituito sì da tante monadi “da cameretta”, ma anche da complesse trame di relazioni reticolari. Invece, nel suo appartato ritiro tra i monti a picco sull’oceano, l’artista californiano ha trasformato, lungo quasi dieci anni di attività, il suo solitario progetto Bird By Snow nella pratica di un ascetico isolazionismo creativo, in bilico tra oscure reminiscenze folk e visionari paesaggi sonori in media fedeltà.

Si tratta dei medesimi punti cardinali entro i quali si colloca “Offering”, quinto lavoro di Tucker, che segue a distanza di due anni il precedente “Common Wealth” e di tre l’intensissimo “Songbread/Another Ocean”, probabilmente quello nel quale è riuscito a coniugare al meglio gli eterogenei elementi della sua ispirazione.

Gli otto brani compresi nel nuovo lavoro – al momento pubblicato solo in vinile e in digitale da Gnome Life – scorrono infatti su torbide basi drone-folk, che declinano ora verso un misticismo astratto non privo di componenti ritualistiche, ora costituiscono l’ipnotica atmosfera di fondo sulle quali si adagiano le interpretazioni di Tucker.
Dai desertici paesaggi ambientali dell’iniziale “Worlds Returning” si passa così alla tenebrosa orchestralità di “Peering Out”, con la stessa naturalezza con cui la compiuta melodia di “Grace”, cadenzata da iterazioni ritmiche ancestrali, si dissolve nel minimalismo narcolettico di “Devouring” e infine nella conclusiva evocazione al piano di “Wide Open”.

Benché il profondo timbro vocale di Tucker (e con esso il suo fluido songwriting) si manifesti in “Offering” più spesso in forma di ieratiche declamazioni che di vero e proprio canto, l’album risulta nel complesso un’equilibrata e suggestiva miscela di  arcane narrazioni folk e di austere contemplazioni naturalistiche, che ben rispecchia la complessa fisionomia di un artista enigmatico, facendone respirare l’aria del suo solitario rifugio sulle alture della California più recondita e selvaggia.

http://birdbysnow.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 dicembre 2012 da in recensioni 2012 con tag , , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: