music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

maz_oconnor_this_willowed_lightMAZ O’CONNOR – This Willowed Light
(Wild Sound, 2014)

Se qualcuno fosse ancora animato dal pregiudizio circa l’attualità delle proposte di cantautorato folk, sarebbe sufficiente dare un ascolto al secondo album di Maz O’Connor e magari anche fare una breve rassegna delle prestigiose fonti di informazione generalista che se ne sono occupate. Non è certamente merito esclusivo della duttilità del linguaggio folk nel raccontare storie nuove vivificando codici comunicativi antichi, ma senz’altro delle qualità della cantautrice di Cambridge, peraltro già selezionata per i BBC Folk Awards dello scorso anno.

Lo stile della O’Connor è classico e asciutto e in “This Willowed Light” è applicato a undici ballate, tra le quali figurano anche un paio di tradizionali (“The Singing Of The Ocean” e “Nightcap”), pennellate da interpretazioni sottili e da soluzioni strumentali non confinate, probabilmente anche grazie alla produzione di Jim Moray alla semplice associazione di voce e chitarra o pianoforte.

Eppure, proprio nella prevalente essenzialità dei suoi brani Maz O’Connor condensa la magia della sua voce senza tempo, che getta un ponte tra tradizione folk britannica e suggestioni appalachiane (ad esempio l’apertura “Awake Awake”, “London Lights” e “The Grey Selkie”), senza rinunciare a contaminazioni sorprendenti (la kalimba di “Softly Softly”) e a un registro adulto e raffinato (“Barcelona”). Qui forse, i caratteri della proposta della O’Connor si disperdono su una superficie sonora tanto ampia quanto patinata, che sfocia anche in qualche passaggio upbeat che si discosta dal contesto prevalente dell’album (“Bold Undaunted Youth”).

Di “This Willowed Light” colpisce comunque la naturalezza con la quale Maz O’Connor riesce a porre sul medesimo piano brani originali e tradizionali, le cui differenze scolorano nell’alone atemporale di interpretazioni tanto più efficaci quanto più placidi ed essenziali.

http://www.mazoconnor.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 settembre 2014 da in recensioni 2014 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: