music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

sketches_for_albinos_all_in_the_name_of_gravitySKETCHES FOR ALBINOS – All In The Name Of Gravity
(mini50, 2015)

Già il titolo del nuovo lavoro di Matthew Collings sotto l’alias Sketches For Albinos, con le sue assonanze con quello di un vecchio disco degli Stars Of The Lid, funge un po’ da manifesto del suo contenuto, introducendo immediatamente un argomento con il quale creazioni sonore incentrate su decompressioni ambientali e sospensioni che suggeriscono una fuga dalla corporeità e, dunque, dalla forza di gravità.

Oltre che dalla gravità, i trentasei minuti di “All In The Name Of Gravity” rappresentano un tentativo di fuga dalla sovrabbondanza di input e informazioni della realtà contemporanea, un itinerario di astrazione in otto movimenti che, nemmeno a dirlo, accedono a una dimensione immateriale, fluttuante a mezz’aria ovvero cullata dalla risacca di tremule onde sonore.

È un’immersione nelle profondità ambientali più pure e ipnotiche quella dischiusa dalla title track e dalla successiva “My Eyes Are Wide Open”; come anche in questo caso il titolo suggerisce, non si tratta di un abbandono sensoriale completo e soverchiante, quanto piuttosto di un consapevole viaggio tra sensazioni evanescenti, che pure non mancano di assumere la forma almeno parzialmente concreta di filigrane armoniche stillate dalle note emozionali del pianoforte (“Like Thoreau With A Bone”, “So Elin Will Live Forever”).

In piena coerenza con suggestioni e riferimenti espressivi richiamati dal titolo, “All In The Name Of Gravity” si dipana per il resto in un’avvolgente serie di filtraggi ambientali, sospinte da correnti ascensionali che trovano esito in elegie di stampo orchestrale, culminanti nella sinfonia in miniatura di “Pieces”. Benché nel corso del lavoro non manchino residue tracce di minutaglia sonora assortita e frequenze irregolari, anch’esse finiscono per essere inglobate dalla soverchiante quiete ambientale delle sue modulazioni finissime, che sospingono in una dimensione nella quale la gravità diventa un dettaglio trascurabile, disperso in un dolce naufragio alla scoperta di orizzonti emozionali sconfinati.

http://www.facebook.com/pages/Sketches-for-Albinos

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: