music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

dimitar_dodovski_potential_worldsDIMITAR DODOVSKI – Potential Worlds
(Womblabel, 2015)

Più ancora che nelle sue esperienze collaborative (Moss Garden, Post Global Trio), Dimitar Dodovski esprime nelle proprie opere soliste una composita declinazione ambientale, incentrata non sull’iterazione e sulle suggestioni contemplative, bensì su screziature ritmiche e surreali visioni sintetiche.

Entrambi gli elementi ricorrono in maniera molto decisa in “Potential Worlds”, sette tracce più un remix che palesano l’immaginario futurista dell’artista macedone, a partire dal brano d’apertura “Late 80’s Hysteresis”, piccolo manifesto dell’adesione a un’estetica ma anche della natura dinamica della tavolozza di Dodovski. Non per questo l’immaginario naturale è del tutto espunto dalle sue composizioni, soltanto è filtrato da lenti distorsive, che lo trasformano in chiave surreale (“Birds On The Window”) o lo cadenzano di fremiti angosciosi (“Suspicious Clouds”).

In tale contesto, le sole risonanze di “Deleted Love Scene” dissipano i densi vapori chimici esalati da una combinazione di frequenze e pulsazioni proiettate da una realtà distopica.

https://www.gigmit.com/dimitar-dodovski

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23 aprile 2016 da in recensioni 2015 con tag , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: