music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

speck_antiheartSPECK – Antiheart
(Eilean, 2016)

Per un artista siberiano non deve essere così difficile definirsi un “loner”; a tale immagine di sé è comunque affezionato Nikita Bondarev, compositore ambientale e pianista già protagonista di numerose collaborazioni e di quattro album a proprio nome.

Il suo quinto lavoro sulla lunga distanza, identificato dall’alias Speck, amplifica l’attitudine solitaria dell’artista russo, elevandola a contenuto contemplativo di un’ambience elettro-acustica dalla marcata impronta emozionale. Nei quattro lunghi brani di “Antiheart”, lavoro che fin dal titolo suggerisce un’ideale composizione tra ossimori, Bondarev combina infatti decompressioni sinuose e sonnolente schegge armoniche stillate da risuonanti note pianistiche.

Ne risulta un saggio di minimalismo cameristico-ambientale, declinato in quattro prolungati piani sequenza ricamati da granulosi detriti sonori e loop armonici la cui ampiezza rivela un suggestivo bilanciamento tra atmosfera, coinvolgimento cinematico e modulata eleganza orchestrale. Da assaporare, ovviamente, in solitudine, contemplando infinite distese fisiche e interiori.

http://amnesiacman.flavors.me/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 giugno 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: