music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

solo_andata_in_the_lensSOLO ANDATA – In The Lens
(12k, 2016)

Più che la ripresa di un lavoro comune, più o meno temporaneamente interrotto, “In The Lens” rappresenta una sorta di riepilogo dell’esperienza di Kane Ikin e Paul Fiocco come Solo Andata. Fedeli all’estetica notturna e polverosa dell’elettro-acustica condensata nei precedenti tre album insieme, i due artisti australiani rimuovono (ma solo in parte) gli strati di polvere che il tempo aveva depositato su una serie di frammenti elettronici, note acustiche e loop impressi su supporto analogico, creati e poi archiviati su hard disk o magari semplicemente finiti per rimanere dispersi tra la miriade di suoni da loro scambiatisi via mail nel corso di dieci anni di attività.

Parte di quel materiale, stratificatosi e ingrossatosi nel tempo, vede ora la luce sotto forma dei tredici brani di “In The Lens”, non rispondendo a un’operazione meramente compilativa bensì come esito di un rimaneggiamento al tempo presente e attraverso la sensibilità attuale delle idee accantonate anni fa in forma embrionale. Non vi è da stupirsi, dunque, nel ritrovare nel lavoro tutti gli elementi caratteristici del duo australiano, la cui elettro-acustica granulosa torna a svolgersi attraverso brevi movimenti armonici (di tastiere, pianoforte, corde acustiche o fisarmonica) gravitanti in un microcosmo di vibrazioni rilucenti e puntiformi detriti sonori in sospensione.

Le partiture pianistiche di “Separate Lovers”, gli accordi di “Painting Dust”, i vapori obliqui di “Porcelain Blue”, le risonanze di “Diffuse” e l’elegiaca apertura di archi della conclusiva “Canvas” – solo per citare alcuni passaggi salienti – rinverdiscono la soffusa magia della musica dei Solo Andata, recandone la caratteristica impronta di naturale irregolarità e cullante sensibilità armonica. Due elementi, tra i tanti, sfuggenti ai parametri della novità e della costruzione intellettuale, ma che insieme definiscono in maniera mirabile ambientazioni notturne sospese, delicatamente ricamate da calde miniature acustiche.

http://www.solo-andata.com/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31 luglio 2016 da in recensioni 2016 con tag , , , , , , , .
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: