music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

building_instrument_kem_som_kan_a_leveBUILDING INSTRUMENT – Kem Som Kan Å Leve
(Hubro, 2016)

Non potrebbe esserci immagine più calzante del “Collage” che apre “Kem Som Kan Å Leve”, secondo lavoro dei Building Instrument, a riassumere la pratica artista del terzetto norvegese: lo si comprende dai primi arcani segnali elettro-acustici e dai fremiti ritmici che in quel brano avvolgono la vocalità alta ed evocativa della cantante e polistrumentista Mari Kvien Brunvoll e lo confermeranno, circa mezz’ora più tardi i successivi cinque che ne rendono la scaletta un ininterrotto itinerario di scoperta di inusitati linguaggi sonori. “Kem Som Kan Å Leve” è infatti un disco più difficile da inquadrare di quanto non sia la corretta pronuncia del suo titolo, frutto com’è di un’ininterrotta sovrapposizione e ricombinazione di tessere sonore tanto eterogenee da apparire incompatibili con la possibilità di ricavarne fluidi incastri armonici.

Invece, la combinazione tra strati di synth, effetti elettronici e percussioni intorno alla quale gravitano le eteree interpretazioni della Brunvoll si rivela ben presto materia non solo atta a sostenere un impianto melodico ma anche a conferirvi dinamiche pulsanti ma non per questo invasive.

Il cantato sibilato tipicamente nordico della Brunvoll aleggia infatti incorporeo su un’avviluppante coltre sintetica, scandita da pulsazioni e asciutte ritmiche jazzy e rifinita da inconsueti intarsi acustici dai vaghi rimandi etnici (zither, kazoo). Assumono così forma volutamente indefinita canzoni sospese tra terra e spazio infinito, che uniscono trip-hop scarnificato (“Rett Ned”) e derive retro-futuriste (“Fall”, “Farge Tia Sakte”) sempre più sognanti e dilatate (“Like God A Leve”), fino a diventare pura essenza di un’angelica ambience vocale (“Taket”).

Nel breve lasso di poco più di mezz’ora, “Kem Som Kan Å Leve” scompagina dunque con grande naturalezza coordinate di luogo tempo e categorie stilistiche, suggerendo orizzonti di un altrove nel quale ricerca melodia e ricerca sonora convivono in una stimolante varietà di equilibri.

https://www.facebook.com/Building-Instrument/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: