music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

A HOME FOR GHOSTS – … Of A Star, Never Setting
(Eilean, 2018)

Può a ragione considerarsi una combinazione inusuale quella che presiede alla ricerca sonora congiuntamente condotta da Neil Carter (Carter) e da James Edward Armstrong (Slow Clinic) sotto la denominazione A Home For Ghosts. Innanzitutto, la formula prescelta dai due artisti inglesi prevede la semplice associazione di microfrequenze ed impulsi modulari a chitarre filtrate da effetti o suonate con l’archetto; inoltre, la lavorazione della materia sonora da parte del duo non si limita a iterazioni aritmiche di stampo puramente ambientale, bensì ne scandaglia gli aspetti più concreti, attraverso graduali progressioni e dinamiche intricate.

Ne sono risultati tre lunghi brani, di durata compresa tra i sedici e gli oltre venti minuti, e un interludio più conciso e dilatato, breve parentesi nell’incrementale addensamento di riverberi, dapprima evanescenti, poi sempre più impetuosi, che connota il lavoro come vera e propria torsione elegiaca, rivolta a orizzonti inattingibili, che ridefiniscono il bilanciamento tra rumore e atmosfera.

https://www.facebook.com/ahomeforghosts/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 novembre 2018 da in recensioni 2018 con tag , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: