KRYSHE – Hauch
(Serein, 2019)

Fin dai primi passi compiuti sotto l’alias Kryshe, è risultato evidente l’approccio denso di calore umano e al tempo stesso eterodosso di Christian Grothe al neoclassicismo ambientale. Il suo terzo album ne conferma il progressivo scostamento dal minimalismo pianistico, proiettandone le composizioni in una dimensione sempre più sospesa, nella quale elementi acustico-armonici e texture atmosferiche si fondono in una lega sonora dai contorni variabili.

Elaborato a partire da una serie di loop e frammenti registrati in maniera casalinga nelle ore notturne, “Hauch” ne rispecchia l’immediatezza analogica, né neoclassica né ambientale, ma semplicemente contemporanea.

(pubblicato su Rockerilla n. 462, febbraio 2019)

http://kryshe.com/

Un commento Aggiungi il tuo

  1. leegschrift ha detto:

    Really beautiful sound.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.