music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

PAUL SAUNDERSON – Passage
(1631 Recordings, 2019)

In un mondo di compositori neoclassici impegnati a ricercare equilibri minimali, Paul Saunderson può considerarsi un’eccezione, determinata anche dal suo nutritissimo curriculum nel campo della musica per film e documentari.

Pur senza rigettare la solitaria essenzialità armonica del pianoforte, in “Passage” l’eclettico musicista inglese propende tuttavia soprattutto per un’ampia dimensione orchestrale, ulteriormente amplificata da field recordings e inserti elettronici. Il lavoro si svolge lungo oltre un’ora, come appunto una trama cinematografica che alterna momenti riflessivi a progressioni epiche che ne suggellano la magniloquenza orchestrale.

(pubblicato su Rockerilla n. 467-468, luglio-agosto 2019)

https://www.paulsaunderson.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 agosto 2019 da in recensioni 2019 con tag , , , , , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: