music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

RUTH GARBUS – Kleinmeister
(Orindal, 2019)*

Non è un semplice album di cantautorato femminile il secondo lavoro sulla lunga distanza di Ruth Garbus, artista del Vermont che da solista ha pubblicato un altro paio di Ep nel corso di oltre un decennio, nel quale è stata tra l’altro voce e batterista degli Happy Birthday, band folk-rock con un album su Sub Pop nel 2010. Se è per questo, Ruth Garbus non può nemmeno considerarsi una cantautrice folk, non soltanto per il pur scarno impianto sonoro delle sue canzoni ma soprattutto per l’accento da lei posto sulle loro dinamiche compositive e su quelle di interpretazioni dotate di timbriche estremamente personali.

I nove brani di “Kleinmeister” sono infatti incentrati essenzialmente sulle basse tonalità della sua voce, che ne definiscono i profili armonici e gli stessi spazi che ne accolgono variazioni timbriche tanto solide da costituirne le strutture in quasi completa solitudine. Benché talora accompagnata da esili linee di pianoforte o incorniciata dal caldo suono di un sax, entrambi suonati da Travis Laplante, Garbus non necessita di molto altro oltre che delle prolungate risonanze della sua chitarra ritmica per confezionare una sequenza di brani le cui delicate sfumature di grigio sono applicate a un immaginario che spazia da riferimenti letterari a spunti politico-sociali.

Su questi minimali cardini espressivi, “Kleinmeister” si rivela un lavoro frutto di una spiccata personalità artistica, che si manifesta attraverso variazioni di timbri e registri applicate tanto a brani quasi interamente incentrati su modulati arabeschi vocali (“Squirrels”, “Beauty”) quanto a diafane ballate in minore (“Pitiful Poetry”, “Blanket And Sign”). Le setose interpretazioni di Ruth Garbus si rivestono infine di un naturale calore soul, che si fonde con le atmosfere dense e sospese che ammantano tutto il lavoro, amplificando ulteriormente lo spettro espressivo della sua singolare declinazione cantautorale.

*disco della settimana dal 26 agosto al 1° settembre 2019

https://ruthgarbus.bandcamp.com/

3 commenti su “

  1. giadep
    26 agosto 2019

    wow! potrebbe avere una ‘cuginanza’ con Aldous Harding

  2. Pingback: [Music] RUTH GARBUS – Kleinmeister (Orindal, 2019) — music won’t save you – A Miscellany Of Tasteful…

  3. Pingback: [Music] Ruth Garbus – Kleinmeister — music won’t save you – A Miscellany Of Tasteful…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: