rearview mirror: 2020

Mai come in quest’occasione la stessa fonte artistica ispiratrice del nome di questo piccolo spazio disperso tra i flutti della rete è anche perfettamente adatta a riassumere l’anno appena concluso: “The End Of A Dark, Tired Year” vale sia per gli aspetti più propriamente musicali, sia per buona parte di quelli personali di chi con…

PLANTMAN – Days Of The Rocks  (Self Released, 2020) Seguendo i lenti tempi della natura e quelli della sua ispirazione creativa, Matthew Randall torna per la quarta volta a confezionare una raccolta di canzoni dai contorni gentili e dalle sfumature dolcemente malinconiche. Lo fa quasi a sorpresa, senza nessuna anticipazione o promozione, nonostante siano trascorsi…

rearview mirror: 2016

Buone o cattive che possano reputarsi, alle abitudini è ben difficile rinunciare; per questo, nelle ultime settimane (in qualche caso persino prima della fine dello scorso novembre!) chi segue con attenzione la musica indipendente avrà avuto modo di leggere decine e decine di classifiche volte a ricostruire, raccogliendone il meglio, l’annata appena trascorsa. Per lo…

PLANTMAN – To The Lighthouse (Arlen, 2016)* Segue il ciclo naturale delle stagioni l’ispirazione di Matthew Randall, che ha atteso l’inverno per dare una veste definitiva alle canzoni scritte nel corso degli ultimi tre anni, respirando le sensazioni mutevoli delle transizioni stagionali dal suo punto di osservazione privilegiato, in mezzo ai campi svolgendo il suo…

[streaming] Plantman – Slow Design

“Slow Design” from the forthcoming Plantman album “To The Lighthouse” out on Arlen, May 2016. Artwork by Amy Adele Seymour. The track is featured as the current “single of the week” of the radio show L’Attimo Fuggente. Plantman the 2D character is a fictional supervillain from the world of Marvel Comics who, armed with his “vege-ray”, is capable…

dal vivo: PLANTMAN

PLANTMAN Roma, BlackMarket 17 ottobre 2013 C’è qualcosa di familiare e spontaneo nelle canzoni di Plantman. Una sensazione di naturalezza che rispecchia la loro genesi, che lo stesso Matthew Randall in una recente intervista ha raccontato essere scaturita nella maggior parte dei casi mentre svolgeva il suo lavoro di giardiniere in un bosco o in…

intervista: PLANTMAN

La sotterranea band inglese di indie-pop languido e nostalgico è per la prima volta in Italia per tre date dal vivo. Matthew Randall – voce, chitarra e songwriter – racconta dell’esperienza di autentica passione che presiede alle sue canzoni. Quali sono i vostri background musicali? E com’è nata l’idea di Plantman? Sia Adam che io…

interview: PLANTMAN

Matthew Randall’s Plantman is touring Italy for the first time. Here’s what he tells about his nostalgic indie-pop songs, as a matter of authentic passion for music. Which are your musical backgronuds? How did you get the idea of playing together as Plantman? Adam and I both played in Beatglider for 8 years since 1997,we…

PLANTMAN – Lunaria Ep (Arlen, 2013) Lo scrigno di sottili nostalgie pop di “Whispering Trees” si completa di una coda sotto forma di un breve Ep di cinque tracce, capeggiate dalla sognante “Lunaria”, già tra i brani più avvolgenti del disco. La restante parte del quarto d’ora scarso dell’Ep mostra invece un lato decisamente meno…

PLANTMAN – Whispering Trees (Arlen, 2013) Dopo aver fatto innamorare gli inguaribili appassionati delle delicate pennellate pop col prezioso debutto in trentacinque copie “Closer To The Snow” (2010), il duo formato da Matt Randall e Adam Radmall vede la propria opera seconda gratificata da una pubblicazione su più vasta scala, adesso supportata anche da una distribuzione…

PLANTMAN – Closer To The Snow (Cathedral Transmissions, 2010) Ci sono cose che non hanno tempo né età, che si materializzano dove e quando meno si potrebbero attendere; imprevedibili, eppure immutabili nelle loro cicliche manifestazioni. Che si tratti di sentimenti o di “semplici” canzoni pop, il discorso può essere valido per pochi ma importanti argomenti…